Rebecchini: "Area Vasta problemi vasti, anche 80 km per un problema medico serio"

luigi rebecchini 13/03/2017 - Una brutta avventura quella capitata ad una parente del consigliere comunale di Unione Civica di Senigallia Damiano Rebecchini e per cui lo stesso si è sfogato sui social.

La donna, un’anziana ultranovantenne aveva un sanguinamento all’occhio, ed è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Senigallia. “Ma – racconta Rebecchini - non vi è oculista e quindi viene dirottata a Jesi. Qui scende per la seconda volta dall'ambulanza, ma anche qui, considerando serio il problema, dirottano l'anziana a Fabriano.”

Essendo infatti la nostra città inserita all’interno dell’Area Vasta, alcuni problemi sanitari possono essere risolti, non solo a Senigallia, ma all’interno di tutta l’Area Vasta.

“A me non pare normale la cosa. Se ci facciamo male ad un occhio o abbiamo problemi seri agli occhi facciamoci almeno accompagnare all'ospedale di Torrette di Ancona distante 20 km, eviteremo di andare a Fabriano! Aggiungo che sarebbe opportuno per un ospedale come quello di Senigallia avere il reparto di oculistica con un servizio che permetta la reperibilità anche notturna, pensiamo ad esempio alle emergenze per incidenti stradali o domestici con danno agli occhi”, ha aggiunto.





Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2017 alle 10:17 sul giornale del 14 marzo 2017 - 1617 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, luigi rebecchini, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHlv