Illuminazione al led troppo forte per la galleria del Cavallo, il sindaco assicura verifiche

22/02/2017 - Da alcune settimane diversi senigalliesi lamentano la pericolosità dell’illuminazione al led troppo forte della galleria del Cavallo, nel tratto sud della complanare.

“Il tratto mediano della galleria è accettabile, ma l'inizio e la fine hanno dei led molto potenti e molto fitti che, specialmente di notte, causano uno o due secondi di cecità, con grave pericolo per tutti”, lamenta un cittadino che ha deciso di rivolgersi al sindaco.

Il primo cittadino assicura di aver inoltrato la richiesta di verifiche all’ufficio competente che se “lo dovesse ritenere necessario, adotterà gli interventi opportuni sull'impianto di illuminazione della galleria.” Mangialardi  ha sottolineato anche che “tale valutazione sarà effettuata in accordo con Società Autostrade, soggetto competente fino a marzo 2017 per il tratto di strada interessato”.





Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2017 alle 09:58 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 1466 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, complanare, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGGC


Semmai di abbagliamento, non di cecità.

Già dalla scelta dei termini si comprende le elevate valutazioni del "segnalatore".

Il problema, sulla complanare, sono le mancate distanze di sicurezza, che a un secondo, a 70, corrispondono a circa 18 metri, non a due metri come qualche pilota dei puffi pensa sia.

Altro che led.

p.s.:
Mai osservato nulla di simile, evidentemente il tizio è fotofobico.

Avevo già scritto alla Società Autostrade che con l'arrivo delle lampade a led, costruttivamente diverse in quanto hanno tanti punti luminosi per ogni corpo illuminante , provocano fastidio. La soluzione proposta, nelle gallerie ad un senso di marcia, di orientare leggermente verso la direzione di marcia le lampade affinchè i puntini luminosi non arrivino diretti agli occhi. Soluzione molto rapida da applicare.

Per le gallerie a doppio senso ovviamente no e la soluzione potrebbe essere di dotarle di un vetro diffusore leggermente opacizzato uniformando così la luce.

In ogni caso, in tutte le gallerie, visto che si parla anche in questi giorni di risparmio energetico, il flusso luminoso di notte NON PUO' essere come quello di giorno pertanto, installando una semplice centralina a seconda di come sono collegate le lampade, modulerà la quantità di luce tra giorno e notte....soluzione che conviene anche alla Società Autostradale.

paolofiore




logoEV