Riparte il Consiglio Municipale dei Ragazzi

21/02/2017 - In queste settimane prende il via un’avventura nuova ed avvincente per le ragazze ed i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado della città: il Consiglio Municipale dei Ragazzi.

Si tratta di un’esperienza educativa fondamentale per il loro percorso di crescita, che renderà i ragazzi sempre più soggetti attivi della vita democratica della nostra comunità, accrescendone la consapevolezza dell’importanza della rappresentanza nelle istituzioni. Quella alla quale si darà vita sarà una vera scuola di cittadinanza attiva per i più giovani che coinvolgerà ogni due anni i ragazzi delle quinte elementari e delle prime medie in un percorso finalizzato ad aumentare la conoscenza, la consapevolezza critica e il desiderio di partecipare attivamente nella realtà locale.

“Il Consiglio Municipale dei Ragazzi - sottolinea il sindaco Maurizio Mangialardi - rappresenta un osservatorio privilegiato sulle nuove generazioni e strumento reale di partecipazione ed apprendimento alla vita locale da parte dei più giovani cittadini. Attraverso questo percorso già da anni sperimentato, l'Amministrazione Comunale, oltre a sostenere un'esperienza di democrazia e di cittadinanza attiva, vuole dare voce ai bambini e ragazzi, rendendoli protagonisti di scelte condivise che favoriscano la collaborazione tra scuola ed Istituzione locale nell'ottica della costruzione della "casa comune". Sempre più forte è infatti la necessità di far crescere la consapevolezza nei più giovani intorno alla funzione essenziale della rappresentanza nelle istituzioni, dal momento gli alunni rappresentano il nostro presente ed il nostro futuro.” Il CMR, vale a dire il Consiglio Municipale dei Ragazzi, somiglierà molto ad un Consiglio comunale degli adulti, con la differenza che il Sindaco e gli assessori saranno ragazzi. I membri del C.M.R. verranno eletti da tutti gli alunni delle classi quinte delle primarie e delle prime classi delle secondarie di primo grado. Gli studenti potranno votare i loro compagni di scuola candidati, i quali una volta eletti si faranno portavoce degli interessi e necessità dei loro coetanei. Il progetto prevede incontri una volta alla settimana, in orario extrascolastico, presso i Centri di aggregazione giovanile Bubamara e Rolabola, dove degli operatori-educatori dedicati al CMR condurranno e faciliteranno le attività dei ragazzi.

“Il C.M.R. - osserva l’assessore alla cultura e pubblica istruzione Simonetta Bucari - si svilupperà come momento di condivisione e confronto, che prova ad educare i giovani cittadini a compiere le scelte più opportune e più coerenti rispetto alle proprie esigenze, alle proprie aspettative e possibilità”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2017 alle 20:11 sul giornale del 22 febbraio 2017 - 423 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGF8