Sbc su ponte II Giugno: "Sì alla chiusura preventiva ma solo dopo le prove di carico"

14/02/2017 - La Giunta si confronta sulla petizione avviata dai commercianti in collaborazione con alcuni consiglieri comunali tra cui il capogruppo di Senigallia Bene Comune Giorgio Sartini per chiedere le verifiche con prove di carico sui ponti II Giugno e Garibaldi. Martedì mattina, in occasione della seduta di giunta "itinerante" a Marzocca, il sindaco Maurizio Mangialardi ha incontrato il delegato ing. Gabriele Annovi.

"Durante il confronto finalmente il sindaco ha capito che la petizione non era per riaprire i ponti ma per stabilire la reale portata di carico dei ponti II Giugno e Garibaldi -riferisce Annovi- Nelle verifiche precedenti realizzate non si è mai dichiarata la capacità massima dei due ponti, cosa inveve fondamentale per stabilire la reale sicurezza delle strutture. Concordo sulla chiusura preventiva di ponte II Giugno ma allora precauzionalmente andava chiuso anche ponte Garibaldi". Per i firmatari della petizioni procedere con una prova di carico non mettere a rischio la staticità dei ponti, uno dei quali dichiarato al momento inagibile.

"Procedendo con carichi conoscitivi e non di collaudo verrebbero fugati tutti i timori di un crollo durante le prove -aggiunge Annovi- c'è poi un altro fattore, a nostro avviso molto importante, che all'Amministrazione è sfuggito ossia che la chiusura preventiva di ponte II Giugno è stata avvertita fuori da Senigallia come collegata al terremoto. Cosa che invece non è. Anche per questo effettuare le prove di carico (che secondo me indicherebbe la necessità di chiudere anche ponte Garibaldi) e decidere poi per la chiusura dei ponti eviterebbe di associare la chiusura delle strutture con il terremoto". Per Senigallia Bene Comune la chiusura di ponte II Giugno in via precauzione "va fatta ma solo se suffragata dalla prova di carico".

"Sulla questione della chiusura dei ponti -aggiunge Riccardo Pizzi- poi, logica vorrebbe che se è stato chiuso ponte II Giugno in via precauzionale, la stessa sorte dovrebbe toccare anche al ponte Garibaldi che dalle indagini precedentemete effettuate risultava ancora più mal messo".

"Sulla questione dei ponti cittadini, così come su altre questioni non molliamo la presa -promette il capogruppo di Senigallia Bene Comune Giorgio Sartini- oltre al problema della viabilità in centro che penalizza i commercianti ora c'è anche il salasso della Tari. Noi sosteniamo che lo spiaggiamento dei materiali non è colpa dei cittadini e per evetare i costi esorbitanti dello smaltimento di questi rifiuti basterebbe attivare le polizze assicuratove della Provincia. Noi lo abbiamo proposto ma tutti i nostri suggerimenti vengono bocciati a priori perchè arrivano dall'opposizione".



...
...

La relazione dell'ing. Gabriel...





Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2017 alle 16:42 sul giornale del 15 febbraio 2017 - 3167 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGrF