Chiuso per lavori di manutenzione straordinaria il Centro di Solidarietà della Caritas

03/02/2017 - Colpito duramente dall'alluvione del maggio 2014, il Centro di solidarietà “D.L. Palazzolo”, non può più rimandare i lavori di manutenzione straordinaria che inizieranno lunedì.

“Nel 2014, anche in linea con la volontà del vescovo Giuseppe Orlandoni si era scelto di privilegiare gli aiuti alle famiglie – ha affermato Giovanni Bomprezzi, vice direttore della Caritas- ma ora i lavori non sono più prorogabili”. “Abbiamo atteso che trascorressero i mesi più freddi dell’anno, ed ora grazie ad un nuovo finanziamento CEI inizierà l’opera di ristrutturazione, che dovrebbe concludersi a settembre”, ha aggiunto Bomprezzi.

Rimarrà aperto il servizio mensa, almeno per i mesi di febbraio, marzo e il Centro di Ascolto, strumento fondamentale, che verrà sposato nei locali messi a disposizione dalla parrocchia del Portone, nelle mattinate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12.

"Il momento della chiusura sarà un’occasione per discutere su come riaprire il Centro di solidarietà – ha affermato don Giancarlo Giuliani, direttore dell’Ufficio Caritas – è già inziato un lavoro di confronto, anche con i sacerdoti per pensare ad un nuovo tipo di accoglienza, nuove regole per far fronte alle varie emergenze che la Caritas si trova davanti”. Ma sarà anche l’occasione per riflettere sulla povertà, e organizzare corsi di formazione per vecchi e nuovi volontari che scelgano di mettersi in gioco e provare l’esperienza della solidarietà.

Nonostante la precarietà della struttura l’anno 2016 è stato un anno importante e i numeri lo dimostrano: sono state accolte al Centro di solidarietà 544 persone per servizi di pronta accoglienza, seconda accoglienza e mensa, la mensa del Centro Palazzolo ha offerto 18.767 pasti caldi, compresi quelli della domenica, aperti a un ulteriore numero di persone (oltre alle 544), attraverso il Centro di ascolto gli operatori hanno incontrato, consigliato, aiutato e orientato 909 nuove persone, sono stati effettuati 516 interventi economici a beneficio di 229 persone o famiglie, per un importo totale di 235.972,35 euro (inserimenti lavorativi, contributi alimenti, utenze, affitti, spese scolastiche, spese sanitarie, ecc), il 60% delle risorse economiche erogate da Caritas sono state elargite a persone o famiglie italiane, residenti nel nostro territorio diocesano.

Chi fosse interessato ad avere informazioni o a proporsi come volontario può contattare l’ufficio Caritas (071.60274).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2017 alle 13:41 sul giornale del 04 febbraio 2017 - 1104 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, caritas di senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aF6w