Minorenne nigeriana arrivata in Italia su un barcone trovata a Senigallia. Ora è al sicuro in comunità.

polizia 01/02/2017 - Aveva raggiunto l'Italiaa bordo di un barcona, sola e senza essere accompagnata. Sbarcata in Sicilia era poi scappata dal centro di accoglienza e dopo aver girovagato per varie città è arrivata a Senigallia. E' un'altra delle tante storie di migranti in cerca di una vita migliore.

Stavolta la protagonista è una minorenne nigeriana che grazie all'intervento della Polizia ha trovato assistenza, ora, presso una comunità. L'episodio si è verificato materdì pomeriggio quando su segnalazione di un cittadino, la Volante del Commissariato di Polizia si è recata in via Sanzio, all'altezza della Cesanella, dove una giovane donna di colore cstava rovistando vicino ad una siepe.

La giovane donna è risultata essere priva di documenti e non parlava in italiano. Condotta in Commissariato sono stati effettuati gli accertamenti da cui è emerso che la giovane era minorenne, di origini nigeriane, era giunta in Italia verosimilmente su di un barcone alla fine dello scorso anno ed era fuggita da un centro di accoglienza della Sicilia. Girando per varie città italiane era arrivata a Senigallia dove è stata aiutata saltuariamente da alcuni connazionali.

Dopo gli accertamenti la Procura dei Minori di Ancona ha disposto l'affidamento della ragazzina ad una comunità dove è stata condotta. Sono in corso accertamenti per verificare se la minore sia vittima di qualche reato.





Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2017 alle 15:55 sul giornale del 02 febbraio 2017 - 1419 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, polizia, giulia mancinelli, articolo, sbarchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aF2d





logoEV