Ex Arena italia: al via i lavori, in arrivo appartamenti e negozi nel cuore del Rione Porto

ex arena italia 01/02/2017 - L'ex arena, inserita negli ambiti di riqualificazione del piano particolareggiato del centro storico, sta per rinascere. La proprietà, che fa capo alla famiglia Bonvini, ha deciso di avviare i lavori di riqualificazione e la Giunta ha approvato il progetto esecutivo dei lavori.

E gli appartamenti e i negozi, affidati ad una impresa di costruzioni, sono già andati a ruba sulla carta. I lavori, che partiranno a breve, porteranno alla rinascita dell'edificio entro due anni.

L'ex Arena Italia dall'estate del 2014 è utilizzata, in comodato d'uso gratuito, dal Comune come area di parcheggio. In precedenza l'area era occupata da manufatti in stato di degrado e per questo oggetto di bonifica. Il progetto di riqualificazione accolto dal Comune e in linea con i dettami del piano Cervellati, deve perseguire obiettivi che vanno dalla "tutela e valorizzazione delle mura e della Porta Lambertina", al rispetto dei "caratteri tradizionale dell'edilizia storica compresa nella città murata". "Sotto il profilo urbanistico -si legge nella relazione urbanistica- la sistemazione proposta si configura come soglia separatrice e insieme connettiva tra l'edificato settecentesco degli edifici a losanga sviluppatisi fuori le mura e le stesse mura dell'ampliazione urbana cinquecentesca e la porta Lambertina".

Il maxi edificio che sorgerà dalle ceneri dell'ex Arena Italia sarà realizzato su "tre livelli fuori terra e un interrato serviti da una scala principale con ascensore. Gli alloggi di testata del primo piano invece sono serviti da due corpi scala indipendenti, anche loro dotati di ascensore".

Dalla riqualificazione dell'ex Arena Italia arriveranno anche opere di urbanizzazione che prevedono la ripavimentazione di via Mamiani e via Rodi, nei tratti interessati all'intervento, e un percorso pedonale che si incardina sulla prosecuzione del tratto di porticato già esistente. In particolare, le opere di urbanizzazione primaria e secondaria prevedono la "realizzazione delle pavimentazioni esterne in pietra", il recupero delle mura urbiche, la realizzazione di un impianto di pubblica illuminazione".





Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2017 alle 17:00 sul giornale del 02 febbraio 2017 - 3928 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aF1v





logoEV