Commercio penalizzato dalla nuova viabilità, M5S: 'Urge un intervento dell’amministrazione'

ponte 2 giugno 28/01/2017 - Durante i due incontri dell’ 1 e 7 dicembre scorso, in Via Rodi a Senigallia, commercianti e professionisti del centro hanno chiesto chiarezza al Sindaco ed agli Assessori alla viabilità ed al commercio, intervenuti nella seconda riunione, sulle cause dell'ordinanza interdittiva al traffico su Ponte Due Giugno.

A fronte delle carenze e criticità rappresentate, i cittadini hanno formulato concrete proposte per restituire fluidità alla circolazione, invocando a gran voce opportune modifiche della penalizzante viabilità attuale ed il ripristino della circolarità e fluidità del traffico veicolare, con un intervento mirato sulla segnaletica, atto ad eliminare le interclusioni create. Le interrogazioni, le interpellanze, gli interventi e le mozioni presentate in merito dal Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale, sono state tutte indirizzate a richiedere all’amministrazione di procedere all’aggiornamento del Piano Urbano del Traffico e di intervenire, nell’immediato, ai necessari correttivi della nuova viabilità.

La costituzione della ampia ZTL, avvenuta a seguito della riqualificazione di Piazza Garibaldi, ha infatti creato punti di grande criticità, incroci molto pericolosi, come quello tra Via delle Caserme, l’imbocco di Ponte Garibaldi e Via Cavallotti. Pericolosità amplificata dalla presenza, sull’incrocio, di strisce pedonali.

Un ulteriore aggravamento della situazione si è verificato a seguito della interdizione al traffico veicolare di Ponte Due Giugno, con l’ordinanza sindacale del 21 novembre scorso. Tale ultimo provvedimento dell’amministrazione ha provocato la interclusione di Via XX Settembre e di Via Dogana Vecchia alla circolazione veicolare, anche questa volta, senza alcuna condivisione con la popolazione ed i commercianti del Quartiere Porto.

Le modifiche suggerite non comportano grande investimento, ma solo la volontà politica di intervenire. Una possibile soluzione sarebbe quella di ricreare una circolarità della viabilità che convogli il traffico da Via Portici a Ponte Perilli (eliminando lo stop in fondo a Via Portici e inserendolo su Via Raffaello Sanzio), e da Ponte Perilli, lo faccia rientrare in Via Dogana vecchia e proseguire in Via XX Settembre fino a Ponte Due Giugno, per il rientro in centro. Ovviamente la proposta dovrebbe essere vagliata dagli uffici competenti, ma finora non si sono avuti riscontri.

Giovedì 26 gennaio 2017, sempre in Via Rodi , a Senigallia, si sono nuovamente riuniti i commercianti ed i professionisti del centro storico, preoccupati dai risvolti estremamente negativi sulle loro attività della nuova viabilità ridisegnata dall’amministrazione comunale. Nelle more di una condivisa revisione del Piano del Traffico, attendiamo, ora, un intervento urgente dell’amministrazione in risposta ai disagi rappresentati dai cittadini.

Stefania Martinangeli ed Elisabetta Palma





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2017 alle 09:53 sul giornale del 30 gennaio 2017 - 1522 letture

In questo articolo si parla di commercio, viabilità, politica, centro storico, senigallia, Movimento 5 Stelle, ponte 2 giugno, Senigallia 5 stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFSw


Ovunque ho visto uno stop lungo le statali c'era un semaforo.
Quindi in questa ipotesi occorrerebbe metterne uno.
Se la SS16 nel tratto urbano è competenza del Comune è un conto, se è della Provincia...buonanotte.