Le fotografie di Alberto Raffaeli a Berlino per la mostra Flu Games

25/01/2017 - Il 10 febbraio a Berlino apre la mostra “Flu Games 3”. Tra i protagonisti dell'esposizione c'è il fotografo Alberto Raffaeli, uno dei volti nuovi della fotografia marchigiana.

Nel 2016 Raffaeli aveva esposto con successo nella mostra “Festival degli Animali”, coordinata da Lorenzo Cicconi Massi per il Musinf. Questa mostra era stata inaugurata al Museo Macro Testaccio di Roma dal presidente del Senato Pietro Grasso. L'esposizione aveva visto allineate opere di artisti dell'Accademia di Brera e di fotografi del Musinf. Alberto Raffeli, in questi giorni, sta preparando anche una selezione di ritratti realizzati nei suoi incontri con Mario Dondero per l'Archivio Artisti del '900 del Musinf.

L'evento espositivo di Berlino, cui partecipa Alberto Raffaeli, è molto importante perchè rientra in un grande ed originale progetto che vede, nella zona industriale urbana della capitale tedesca, una fabbrica cambiarsi d'abito per diventare luogo vivace e creativo. Si tratta della Malzfabrik di Berlino, che è un funzionale esempio di ripristino monumentale. Il progetto di riqualificazione della fabbrica, così come dell'area circostante, ha cercato di preservare, tutelare, valorizzare e recuperare la zona seguendo una filosofia di sostenibilità. Rinato come centro di grande interesse è ora un luogo d’incontro di grandi artisti. Le opere esposte nelle diverse gallerie che fanno parte del complesso, sono visitate da turisti di tutto il mondo. Il progetto focalizza l’interesse della ricerca e della selezione sull’arte contemporanea emergente, dalle differenti e poliedriche forme espressive, rappresentata in una varietà di generi, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia alle proiezioni che trovano spazio in una struttura davvero particolare. L’impianto berlinese per la produzione di malto si è trasformato in una vivace isola creativa, in una zona industriale urbana che stimola il “pensiero non convenzionale”.

Uno spazio per nuove idee immerso in un luogo dove gli edifici in mattoni irradiano da tutti gli angoli il fascino suggestivo delle antiche aree produttive. Quindi un luogo dove trovare serenità e cibo per la mente attraverso l'arte. In questo spazio di Berlino anticonvenzionale e adatto alle esposizioni d’arte contemporanea, il progetto vuole proporre l'arte, quale forza propulsiva di emozioni, mentre lo spazio di produzione ancora è in essere nello spirito del luogo e tra le mura della Malzfraik. L'obiettivo delle mostre è quello di osservare l'Europa attraverso gli sguardi di artisti che finalmente si possono confrontare e trasmettere nell'arte un fluire di stimoli, come avviene quotidianamente e spontaneamente nelle strade della capitale tedesca, dove emozioni, tradizioni ed esperienze risultano vissute dinamicamente. Gli organizzatori fanno giustamente notare che l’Europa è tante cose diverse e che Berlino, come cuore dell’Europa, fa da sfondo ad una grande manifestazione artistica di cui la Malzfabrik è ora la piazza.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2017 alle 14:42 sul giornale del 26 gennaio 2017 - 1458 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFMi