Parte al Gabbiano il Mese del documentario: si comincia con The Dreamed Ones

24/01/2017 - Si inaugura al Cinema Gabbiano una nuova iniziativa di assoluto spessore, che affianca la programmazione della sala senigalliese – unica nelle Marche – ad altri luoghi qualificati di Roma, Milano, Bologna e Firenze.

Si tratta del Mese del Documentario, una rassegna organizzata da Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani e giunta alla quarta edizione per rinnovare l’interesse verso quel cinema documentario che sta assumendo sempre maggiore importanza. Cinque le date in programma al Gabbiano, con apertura il 25 gennaio e chiusura il 22 febbraio. Nelle tre date centrali (2, 8 e 15 febbraio) sarà addirittura proposto un doppio spettacolo (un documentario alle 18.30 e un altro alle ore 21.15) per un totale quindi di otto proposte differenti, tutte di grande interesse.

A tutti gli appassionati del genere documentario il cinema Gabbiano offre la possibilità di assistere all’intero programma del “Mese del documentario” con un notevole risparmio, sottoscrivendo un abbonamento di soli 24 euro per l’accesso a tutti gli otto spettacoli. Ricordiamo infine che è possibile acquistare come sempre i biglietti di ogni singolo spettacolo anche online su www.cinemagabbiano.it. Si comincerà mercoledì prossimo, 25 gennaio, con un doveroso omaggio al Giorno della Memoria. Per l’occasione sarà proposto The Dreamed Ones (Austria, 2016, 89ʹ) di Ruth Beckermann, già vincitore del Concorso Internazionale al Filmmaker Festival di Milano, in selezione al Torino Film Festival, e premiato al Cinéma du Réel 2016. Questo lavoro documenta uno dei carteggi più struggenti e significativi del ’900: il drammatico scambio epistolare che ha coinvolto Ingeborg Bachmann e Paul Celan, due fra i più grandi poeti della loro generazione, conosciutisi a Vienna nel dopoguerra.

L’artificio registico contempla due giovani attori che, leggendo le loro lettere in uno studio di registrazione, sono catturati dalle emozioni, dal fascino e dalle paure, godendo al tempo stesso della reciproca compagnia. Parlando dell’amore di ieri, di oggi e di domani, il film vive proprio a cavallo della sottile linea che li separa.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2017 alle 15:30 sul giornale del 25 gennaio 2017 - 781 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFKO