Castelleone di Suasa: l'opposizione contro la viabilità in centro

lista civica paese verde 30/12/2016 - Le scelte dell'Amministrazione comunale in merito alla viabilità all'interno del centro storico stanno provocando malumori ed insoddisfazioni e per questo il nostro gruppo consiliare ha presentato un'interrogazione. Infatti riteniamo che ci sia una certa confusione e questo è dimostrato anche dal fatto che in un anno la Giunta comunale ha prodotto la bellezza di tre delibere che, a nostro parere, sono anche contraddittorie tra loro.

La n. 77 del 20 novembre 2016 aveva vietato l'accesso nel centro storico nei giorni festivi dalle ore 8,30 alle 12,30 impedendo quindi a coloro che trasportavano fino all'ingresso della chiesa per la celebrazione delle messe festive, quelle persone con particolare difficoltà motoria come gli anziani, che invece sono stati costretti a percorrere lunghi tratti di strada a piedi con immaginabili problemi e disagi. Furono spesi soldi per l'acquisto e l'istallazione della segnaletica stradale e molti cittadini si sono arrabbiati per gli evidenti disagi che sono stati costretti a subire. Dopo pochi mesi con delibera n. 34 del 25 agosto 2016 viene revocata la zona a traffico limitato all'interno del centro storico istituita con la precedente delibera 77/2015, quindi via tutta la segnaletica stradale con conseguente dispendio di denaro pubblico in un periodo in cui invece i soldi dei cittadini andrebbero spesi con parsimonia e senso di responsabilità.

Una cosa che ci ha colpito e fatto riflettere è che in queste due delibere si fa riferimento ai livelli di inquinamento da circolazione stradale dentro le mura del centro storico, ci chiediamo se ciò viene affermato sulla base di attività di monitoraggio e controllo dell'inquinamento predisposto dal Comune e se si è in possesso di dati e analisi, perché in questo caso andrebbero diffusi per informare i cittadini. E, se esistono livelli di inquinamento nel centro storico, che cosa dobbiamo pensare dei livelli di inquinamento in Via Vaseria, Via Roma, Piazza Vittorio Emanuele II°, Corso Marconi, Viale della Repubblica e in tutte le altre vie dove il traffico veicolare non è certo paragonabile per entità a quello presente all'interno del centro storico, dove la circolazione è quasi sempre dei veicoli dei cittadini residenti? Anche di questo con la nostra interrogazione chiediamo conto. La terza delibera n. 50 del 28 novembre 2016 sempre in relazione alle precedenti, detta l'interpretazione autentica su chi ha diritto o meno ad avere il permesso di sosta senza l'obbligo di esposizione del disco orario per sessanta minuti.

Ed anche in questo caso si è generato, a nostro parere, altra confusione ed insoddisfazione nei cittadini. Infatti la delibera n. 34 al punto b sui permessi di sosta senza esposizione del disco orario recita:.......”da un contrassegno che dovrà riportare le targhe dei veicoli intestati ai componenti del nucleo familiare ed essere esposto o, comunque, risultare dagli elenchi dei veicoli autorizzati detenuto dalla polizia locale”; questo, secondo noi significa che gli autorizzati non hanno l'obbligo di esporre il disco orario in mancanza dell'esposizione del permesso, purché parcheggino una sola macchina e che comunque la targa sia inserita nell'elenco di quelle autorizzate, in possesso della Polizia municipale . Però la delibera n. 50 del 28 novembre 2016 al punto 4 recita: “il contrassegno sarà unico e dovrà essere utilizzato esclusivamente per le autovetture ivi riportate; l'auto sprovvista di contrassegno sarà obbligata all'esposizione del disco orario e alla sosta oraria”. Secondo noi c'è qualcosa che non va in questo modo di interpretare decisioni che appaiono abbastanza contraddittorie.


Di seguito pubblichiamo l'interrogazione Al Sindaco del Comune di Castelleone di Suasa

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta.
I sottoscritti Consiglieri comunali Domenico Guerra, Fabrizio Franceschetti e Valentina Galli rivolgono la seguente interrogazione:
V I S T A
La Delibera di Giunta Municipale n. 77 del 20 novembre 2015 con la quale veniva dato atto di indirizzo per la delimitazione, il periodo di validità e la regolamentazione della zona di traffico limitato nel centro storico di Castelleone di Suasa (AN);
La Delibera di Giunta Municipale n. 34 del 25 agosto 2016 con la quale veniva dato atto di indirizzo alla modifica alla circolazione ed alla sosta dei veicoli nel centro storico di Castelleone di Suasa (AN), evidenziando il fallimento della Delibera n. 77/2015;
La Delibera di Giunta Municipale n. 50 del 28 novembre 2016 con la quale veniva data interpretazione autentica alla Delibera di Giunta Municipale sopra richiamata, relativamente alla sosta dei veicoli nel centro storico di Castelleone di Suasa (AN);
In particolare l’istituzione della Z.T.L. nel centro storico (entro le mura), poi revocata, secondo il nostro parere, particolarmente controproducente, in quanto la domenica mattina ed i giorni festivi vietava a molte persone che si recavano a messa accompagnando con la propria auto fino a davanti al sagrato della Chiesa Parrocchiale persone con ridotte capacità motorie, oltre a considerare lo spreco di denaro pubblico per l’acquisto, l’istallazione e la successiva rimozione della segnaletica verticale, creando ancora oggi forte confusione alla cittadinanza;
La nuova segnaletica orizzontale e l’istituzione di parcheggi per disabili, la riduzione del numero dei posti macchina entro le mura castellane, ad oggi n. 16 posti macchina, n. 5 posti per ciclomotori e n. 2 posti per disabili, posti che sono nettamente inferiori al numero di abitanti e proprietari di immobili entro le mura castellane, cittadini che hanno già ottenuto o potrebbero ottenere il contrassegno per la sosta senza disco orario;
Il punto n. 4 della Delibera di Giunta Comunale n. 50 del 28 novembre 2016, a nostro parere discordante con le Linee di Indirizzo contenute nel punto b) -Piazza Livia della Rovere- della Delibera di Giunta Comunale n. 34 del 25 agosto 2016,
L’istituzione della sosta con disco orario e dei contrassegni per la sosta senza disco per i soli residenti, proprietari, affittuari o locatari di immobili e di esercizi commerciali, con inizio in data 12 dicembre scorso ma, a quella data, ancora non disponibili i contrassegni;
Che, a seguito di queste nuove indicazioni, ci sarà una “corsa” ad accaparrarsi il posto macchina da parte dei possessori dei contrassegni; indicazioni ritenute, a nostro parere, assolutamente inutili e caotiche, sentito anche il crescente malumore della cittadinanza residente entro le mura castellane per tale disagio;
Che, a seguito della riduzione dei posti macchina, la cittadinanza è costretta a parcheggiare al di fuori dei posti assegnati, con rischio di contravvenzioni per divieto di sosta da parte delle Forze dell’Ordine (Polizia Municipale o preposti);
C H I E D O N O
1. Alla S.V. di sapere quali motivi hanno indotto l’Amministrazione Comunale ad istituire tale ordinanza;
2. Che benefici hanno i proprietari, affittuari o locatari degli immobili e di esercizi commerciali entro le mura castellane;
3. Che beneficio ha restante parte della cittadinanza (non avente proprietà o locazioni) che potrebbero sostare entro le mura castellane, visto che detti posti auto saranno sempre occupati dai residenti e/o aventi causa;
4. Se è stato fatto un esame per rilevare i livelli di inquinamento del Centro Storico, richiamato nella Delibera di Giunta Municipale n. 77 del 20 novembre 2015;
Chiedono inoltre che alla presente interrogazione venga data risposta scritta ai sensi dell’art. 18 bis comma 1 dello Statuto Comunale.
Certi della Sua attenzione, inviano i più cordiali saluti Castelleone di Suasa, lì 30 dicembre 2016.

Domenico Guerra, Fabrizio Franceschetti, Valentina Galli





Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2016 alle 14:26 sul giornale del 31 dicembre 2016 - 797 letture

In questo articolo si parla di cronaca, castelleone di suasa, vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE7c





logoEV