I genitori temono che la figlia si prostituisca: 16enne senigalliese finisce in comunità

Prostituzione 29/12/2016 - Una 16enne senigalliese è finita in una comunità per il timore da parte dei genitori che si prostituisca.

Dalla settimana di Natale la ragazzina è stata allontanata da casa per decisione del Tribunale dei Minori, dopo essere fuggita da casa. Da qualche tempo i genitori avevano il sospetto che qualcosa di strano accadesse nella vita della figlia: alcune foto osè sui social, serate in cui la ragazzina rientrava sempre più tardi, un fidanzato di dieci anni più grande, ma anche voci di conoscenti che avrebbero visto la 16enne salire e scendere da un camper in via Podesti, nella zona Saline, nota per essere frequentata da prostitute.

E così i genitori si sono rivolti ai Carabinieri e ai servizi sociali a cui è seguita la decisione del Tribunale dei Minori di disporre l'allontanamento da casa e l'affidamento ad una comunità. La ragazzina ha sempre raccontato di recarsi nel camper per stare con il fidanzato e gli amici. La Procura continua le indagini per far luce sulla vicenda che al momento, se confermata, sembrerebbe un caso isolato.





Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2016 alle 11:12 sul giornale del 30 dicembre 2016 - 5048 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, prostituzione, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aE4E