20enne senigalliese condannato per stalking ma prosciolto dall'accusa di violenze sessuali sulla fidanzatina minorenne

Giudice, tribunale, giustizia 22/12/2016 - Il giovane senigalliese, 18enne all'epoca dei fatti contestati, era stato accusato di violenze sessuali, violenza privata, produzione di materiale pornografico minorile e stalking nei confronti della fidanzata, all'epoca 16enne. Le indagini difensive dell'avvocato Canafoglia hanno fatto cadere tutte le accuse tranne lo stalking.

Il giudice ha accolto le tesi della difesa, secondo cui i rapporti tra i due era consenzienti ed ha rigettato la tesi dell'accusa secondo cui il giovane aveva messo la ragazza in condizioni di sudditanza psicologica per un periodo di 18 mesi.

Dopo che la storia tra i due si è conclusa il ragazzo ha tempestato la sua ex di sms e anche di manacce. Il ragazzo è quindi stato condannato ad un anno ed un mese per stalking e minacce, con pena sospesa ed una risarcimento di 5.000€.

"Stiamo valutando di ricorrere in appello anche contro lo stalking" ha dichiarato l'avvocato della difesa Corrado Canafoglia.





Questo è un articolo pubblicato il 22-12-2016 alle 10:18 sul giornale del 23 dicembre 2016 - 1828 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, corrado canafoglia, violenza sessuale, stalking, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEUm





logoEV