Corinaldo: uccise il nonno a martellate, chiesto l'ergastolo per Mattia Morganti

mattia morganti 20/12/2016 - Ergastolo, questa la richiesta del Pm Irene Bilotta, per Mattia Morganti, il 31enne corinaldese che l'11 novembre dello scorso anno aveva preso a martellate il nonno, morto dopo sei mesi di agonia.

Ora il giovane rischia il carcere a vita per aver causato la morte dell'uomo, il 75enne Giuseppe Manoni, avvenuta poi nel maggio 2016, secondo quanto richiesto lunedì dal Pm nel corso della fase finale del processo svoltosi con il rito abbreviato.

La sentenza verrà emessa dal giudice il 6 febbraio. Il giudice Francesca Zagoreo potrebbe tenere conto delle perizie psichiatriche a cui Morganti è stato sottoposto e che stabiliscono la parziale incapacità di intendere e volere. Il 31enne è attualmente detenuto nel carcere Villa Fastiggi di Pesaro.





Questo è un articolo pubblicato il 20-12-2016 alle 09:58 sul giornale del 21 dicembre 2016 - 3917 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, corinaldo, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEPp





logoEV