Scuola, Progetto Ostra: 'Basta tentennamenti. Il sindaco Storoni intervenga per priorità'

progetto ostra 03/12/2016 - E' trascorso già metà mandato del Sindaco Storoni e durante questo periodo abbiamo sempre rivolto l'invito all'Amministrazione Comunale di porre l'attenzione sulla sicurezza dei plessi scolastici ostrensi, seguendo l'indirizzo che era stato tracciato negli anni precedenti.

Così, quando l’'Assessore Mansanta illustrava l’incarico conferito alla Università di Ancona di studiare l’aspetto architettonico ed il recupero del centro storico di Ostra, spendendo una cifra importante, avevamo sottolineato come forse quelle risorse sarebbero dovute essere destinate allo studio di vulnerabilità sismica delle scuole dell’infanzia "Peter Pan" di Casine e "Biancaneve" di Ostra, ma la maggioranza preferì ignorare l’invito.

Nell’'aprile 2015, quando dietro nostra interrogazione scritta, l’'Assessore Mansanta dichiarò che era stato depositato in Comune nel febbraio 2015 lo studio di vulnerabilità sismica sull’edificio delle Scuole Medie, precisando che l’'indice di vulnerabilità sismica dell’edificio era di 0,29 su una scala che va da 0 a 1, cominciammo a sottolineare l’'urgenza di mettere mano ad un immobile così pericoloso in caso di sisma, senza tuttavia intaccare la tranquillità della maggioranza, la quale proseguiva imperterrita con il progetto della Palestra alla Crocioni; una posizione che non mutò neanche all'’indomani della prima scossa del 24 agosto scorso, allorquando il Sindaco ci rispose sui giornali che la scuola media era sicura.

Così, dopo la scossa del 26 ottobre 2016 con replica ancora più grave il 30 ottobre, visto l’'assoluto silenzio e chiusura dell’'Amministrazione, il 10 novembre promovemmo una assemblea pubblica a Casine di Ostra, molto partecipata, e vi invitammo il Sindaco, il quale sembrò sul momento rendersi conto della gravità della situazione; ma l’'indomani, in Consiglio Comunale confermò, durante l’'approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche, la priorità alla Palestra (anche per rispondere alle esigenze di coloro che praticano lo sport), trincerandosi dietro al fatto che il Consiglio di Istituto, tenutosi la sera prima a poche ore dalla pubblica assemblea, avrebbe indicato alla Amministrazione Comunale la costruzione della palestra quale opera primaria, salvo poi essere smentiti, come si può leggere dal verbale stesso del Consiglio pubblicato nel sito della scuola e riportato nel nostro blog.

Noi crediamo che non si possa più tergiversare. L'’aver trascurato per oltre due anni le scuole non consente più ai nostri amministratori di prendere tempo e per questo siamo pronti ad offrire la nostra collaborazione per individuare una soluzione che, nel breve periodo contempli una immediata prova di vulnerabilità sismica delle due scuole materne e la chiusura delle scuole medie con trasferimento dei ragazzi in luoghi più sicuri - che abbiamo già individuato nel nostro territorio - e nel lungo periodo, invece che spendere invano soldi nel tentativo di mettere a norma la scuola media (reiterando così l’'errore commesso dalla Giunta di cui faceva parte una decina di anni fa l’'Assessore Mansanta), proseguire in quell’'idea cui avevamo lavorato quando eravamo in Amministrazione: realizzare un nuovo campus scolastico nell’area della Ex Fornace, zona baricentrica al territorio comunale, dove poter erigere i nuovi plessi con le più moderne tecniche di costruzione.

Le risorse in parte sono già a disposizione del Comune (basterebbe rinunciare a quelle opere programmate dall’insediamento di questa Amministrazione e ad oggi ancora neanche appaltate), in parte potrebbero derivare dalla vendita di alcuni dei vecchi plessi, in parte da altre soluzioni troppo presto abbandonate dalla Giunta Storoni.

Noi siamo disponibili su questo terreno a collaborare fattivamente su queste linee, per continuare ad investire su una scuola più sicura.

Ci auguriamo che il Sindaco e la sua maggioranza facciano altrettanto, decidendo di agire per priorità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2016 alle 15:10 sul giornale del 05 dicembre 2016 - 837 letture

In questo articolo si parla di politica, ostra, progetto ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEfc





logoEV