Ispezione del Ministero, Mangialardi: “Normale routine, presto pronte le risposte ai rilevi degli ispettori”

29/11/2016 - “Non siamo preoccupati, ma ovviamente rispettiamo e prendiamo molto sul serio il lavoro svolto dagli ispettori del Mef, consapevoli che queste ispezioni rientrano giustamente nelle ordinarie attività del Ministero, le quali, periodicamente, interessano tutte le amministrazioni pubbliche.

In tal senso, i nostri uffici stanno predisponendo il percorso più adeguato per controdedurre in maniera altrettanto seria a ciascuna osservazione e per dimostrare l’operato legale e trasparente con cui l’amministrazione ha sempre agito, nonostante le difficoltà create da un quadro normativo in costante mutamento”.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, sui rilievi mossi dal ministero per l’Economia e le Finanze all’attività amministrativa del Comune di Senigallia. Lo stesso sindaco ha poi voluto replicare all’opposizione: “Come sempre, tanto rumore per nulla. Solo così è possibile commentare l’incredibile serie di mistificazioni, sciocchezze e banalità che, lo stuolo dei soliti noti, inadeguati politicamente e incompetenti amministrativamente, stanno spargendo a mani basse con l'unico scopo di infangare l'Amministrazione comunale”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2016 alle 13:20 sul giornale del 30 novembre 2016 - 1505 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, maurizio mangialardi, politica, senigallia, ispezione del Ministero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aD4x


Quello che è strano, è che solo oggi vivere senigallia ne parla a differenza degli altri quotidiani on line,hanno trattato l'argomento giorni fa!

Leo, forse ti sono sfuggiti questi articoli:
http://www.viveresenigallia.it/2016/11/25/controlli-del-ministero-in-comune-sartini-irregolarit-occultate-a-tutti-dallamministrazione/616979/
http://www.viveresenigallia.it/2016/11/26/bello-sullispezione-ministeriale-in-comune-grave-il-silenzio-assordante-su-questa-vicenda/617029/

Probabilmente si, chiedo venia.

Normale routine?

Beh, certo, d'altronde si parla del PD, dove tutto è normale routine:

1. Senigallia va sott'acqua? Eh, la colpa è della provincia o della regione (comunque in salde mani PD);

2. Il ponte 2 giugno è chiuso al traffico veicolare? Eh, ma la colpa non è nostra (sarà colpa del terremoto, vai a sapere);

3. A genova ci sono i morti per l'alluvione e il sindaco PD viene condannato a 5 anni? Eh, ma i 5stelle hanno imbrogliate le firme (cosa che, peraltro, il PD fa da sempre);

4. La ferrovia fano- urbino diventa ciclabile? Eh, ma tanto il treno nessuno lo usa (grazie, non c'è).

Avete, voi del PD, un concetto impressionante della "normalità".

Come'era il detto?

Ah si:

"Vedete la pagliuzza negli occhi degli altri ma non la trave nel vostro."

Normale, dato che TUTTI i politici del PD sono politici di professione e devono mantenere il posto da politico, quindi la realtà viene rappresentata di comodo.

E gli italiani ci cascano, sempre e comunque, a partire da Senigallia, che sembra un feudo di Renzi.

p.s.:
La "competenza" tanto ventilata dal PD pare sia solo nella loro fervida immaginazione.




logoEV