Sedici anni dalla morte di Mario Giacomelli: Giornate di Fotografia lo ricordano con un libro

24/11/2016 - Venerdì 25 novembre 2016 ricorre il 16° anniversario della scomparsa di uno dei più noti artisti e fotografi italiani: Mario Giacomelli.

Mario Giacomelli (1995-2000) - tipografo di professione e fotografo solo per passione - è stato un fotografo marchigiano realmente illustre che ha mostrato al mondo intero, con le sue poetiche fotografie, l’immagine delle Marche e dei suoi meravigliosi paesaggi collinari. L’anno scorso L’Archivio Mario Giacomelli di Senigallia, in collaborazione con Giornate di fotografia ha voluto commemorarlo con una lettura di sue poesie e scritti inediti affidati alla voce del regista e attore Mauro Pierfederici e tenutasi di fronte all’ex storica Tipografia Marchigiana di via Mastai, dove Giacomelli ha passato la sua vita.

Quest’anno Giornate di Fotografia ricorderà il grande maestro con un libro appena uscito dedicato alla storia di una delle sue più note fotografie: “Il bambino di Scanno” (Postcart 2016, Postfazione di Michele Smargiassi). Questa immagine piena di magia, capace di incantare chiunque la osservi ancor oggi, è sempre stata avvolta da un’aura di mistero riguardante la sua storia e le modalità con cui è stata scattata. A distanza di sessant’anni dalla sua realizzazione, Simona Guerra, nipote del fotografo, è tornata sulle tracce del Bambino e ha raccontato la storia di questa fotografia, nei luoghi dello scatto, fra la gente e i vicoli di Scanno. L’autrice del libro sarà alla libreria IoBook in Via Fratelli Bandiera 33, Senigallia (AN) dalle 18,00 di venerdì 25 per mostrare la sua ricerca storica.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2016 alle 17:43 sul giornale del 25 novembre 2016 - 759 letture

In questo articolo si parla di cultura, giornate di fotografia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDTf





logoEV