Minacce e abusi alla fidanzata minorenne, giovane senigalliese a processo

Violenze 24/11/2016 - Minacciava la fidanzatina, allora minorenne, e la costringeva ad avere rapporti intimi filmati con il telefonino. Per questo un giovane senigalliese è ora nei guai.

La storia tra i due, iniziata come una normale storia d'amore, si sarebbe presto trasformata in un rapporto morboso. L'incubo per la minorenne senigalliese è iniziato tra il 2014 e la fine del 2015, fino a che la giovane ha deciso di lasciare il fidanzato violento e di denunciare i fatti al centro anti-violenza dell'Associazione Donne e Giustizia. A quel punto sono intervenuti i carabinieri.

Il giovane è finito a processo per violenza sessuale, lesioni, minacce, stalking, e pornografia minorile e da inizio anno è agli arresti domiciliari. La giovane, difesa dall'avvocato Claudia Vece, nel corso dell'udienza ha ripercorso la storia, raccontando anche gli episodi in cui il fidanzato la costringeva a bere fino ad ubriacarsi per vincere le sue resistenze ad avere rapporti intimi, le scenate di gelosia che era costretta a subire davanti a suoi amici, le minacce di diffondere i video girati nell'intimità.

L'avvocato Corrado Canafoglia difensore del giovane, ha respinto tutte le accuse sostenendo che i rapporti tra i due erano consenzienti. Il processo è stato rinviato al 21 dicembre.





Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2016 alle 10:58 sul giornale del 25 novembre 2016 - 1645 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, lite, violenze, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDRo





logoEV