Montemarciano: assume dipendenti ma poi "sparisce". Denunciato un imprenditore ostrense

Lavoro 23/11/2016 - Vi voglio raccontare cosa succede a chi ha la sfortuna di incontrare certe persone. Quelle persone che ti si presentano e ti propongono un lavoro serio. Parlo di un lavoro con degli orari d'ufficio, di un contratto con una prova di dieci giorni retribuito ogni venerdì a 150€ , insomma una bella fortuna per i tempi che corrono.

Non parliamo di stipendi stellari ma dei famosi 1000€ che oggi giorno sono indispensabili per potersi districare in una realtà sempre più buia. Questa bella storia purtroppo inizia a spegnersi quando dopo aver tenuto il colloquio conoscitivo, ti assumono subito, inizi il lavoro e già dalla prima settimana dove da accordi dovevi essere retribuito settimanalmente ti ritrovi in ufficio da solo rendendoti conto che il tuo "capo" è scappato.

Sparisce intascandosi i soldi che ha ricevuto dalla ditta che lo ha incaricato per fargli aprire un franchising di servizi telefonici, televisivi e di energia. Così ti ritrovi a dover denunciare quanto accaduto, a mettere di mezzo avvocati con la speranza di essere poi un giorno retribuita del tuo lavoro ma con la consapevolezza che il truffatore, un uomo di Ostra, ha già rinnovato i contratto di affitto per una nuova struttura a Senigallia e inizierà a breve ad assumere persone con il solo intento di truffarle.

L'unica cosa che possiamo trarre da questa brutta storia è che l'Italia è una realtà dove ormai non ci sono più regole, tutto è lecito, persino prendersi gioco della speranza di chi come noi un lavoro stabile non ha. Ringraziamo i carabinieri di Montemarciano, cui ci siamo rivolti, per il lavoro svolto e speriamo che a breve il pubblico ministero si faccia carico della situazione, punendo chi si prende gioco di gente onesta.





Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2016 alle 21:04 sul giornale del 24 novembre 2016 - 2304 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, montemarciano, ostra, pesaro, offerte di lavoro, lettrice Vs, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDLr


Immagino non si possa fare il nome della persona per via delle indagini ancora in corso.
Peccato.
Non vedo l'ora di leggerlo qualora e se risulterà essere condannato.