Profughi al convento delle suore di Marzocca, Mangialardi: “Evitiamo di creare tensioni”

maurizio mangialardi 22/11/2016 - Il sindaco Maurizio Mangialardi commenta la notizia della destinazione alla Caritas di una parte del convento delle suore sul lungomare Italia per l’accoglienza di nuovi profughi.

“Va da sé che Marzocca sta già dando un importante contributo all’accoglienza dei rifugiati con gli oltre ottanta ospiti dell’Hotel Lory. Caricare questa parte di territorio con altre unità non è consigliabile e dunque non si farà. In primo luogo per i stessi profughi, che rischierebbero di diventare loro malgrado fonte di tensioni e malcontento. In ogni caso, non ha senso creare inutili allarmismi di fronte a ipotesi indeterminate e per nulla imminenti.

L’obiettivo che istituzioni, enti locali e associazioni devono perseguire è quello di un’accoglienza delle persone che scappano da guerre e povertà fondata sulla solidarietà, ovviamente, ma anche sulla equa distribuzione territoriale tra i comuni al fine di garantire una vera integrazione”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2016 alle 17:50 sul giornale del 23 novembre 2016 - 1447 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, maurizio mangialardi, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDM3


A prescindere da tutto, se arrivano o non arrivano, ci sono delle suore e delle strutture che si sono offerte di dare alloggio a delle persone.
Si tratta quindi di persone presenti negli stessi ambienti, con cui condivideranno il loro tempo, non persone messe lì e abbandonate ma seguite.
Quindi non capisco davvero l'eventuale timore o tensione per la presenza di quelle persone.
Oppure si vuole fare come Gorino, dove una dozzina di donne (per giunta pare cristiane) hanno dato il là ai soliti mentecatti di turno.