Sanità, Fp Cgil Area Vasta 2: 'L'onta subita dai precari! Dov'è l'Assessore alla Salute?'

Medici, medicina, salute 14/11/2016 - Ad essere rispediti a casa nel corrente mese saranno una decina di precari, in scadenza nei giorni 15 e 30. A deciderlo il Direttore dell’Area Vasta 2, Ing. BEVILACQUA ed il Direttore Generale dell’ASUR Marche, Dott. MARINI.


Ovviamente, come sempre accade, senza darne informativa ai sindacati e violando l’Accordo sulla proroga dei precari, ovvero sulla tenuta dei servizi e sul mantenimento dei L.E.A., sancito in data 13/12/2013 proprio al tavolo di confronto dell’Area Vasta 2 quando il Dott. CICCARELLI era Direttore Generale dell’ASUR Marche nonché Direttore facente-funzione dell’Area Vasta 2. Tra questi precari, la maggior parte sono Infermieri ed O.S.S., ma tra essi anche 1 Dirigente Medico dell’Area Riabilitazione ed 1 Tecnico Sanitario di Radiologia Medica.
La dimostrazione che sono tutte “chiacchiere” quelle propinate finora dal Governatore della Regione Marche, Dott. CERISCIOLI.
Rispedire a casa un Medico dell’Area della Riabilitazione significa chiaramente favorire il “privato”, mentre rispedire a casa un Tecnico Sanitario di Radiologia Medica di sicuro non risolve il problema delle Liste d’Attesa, rispetto al quale si continua a nascondere la realtà dei fatti, altro che abbattimento dei Tempi d’Attesa ! Ma il fatto certamente più grave riguarda le lavoratrici precarie.
Precisamente le lavoratrici precarie in gravidanza. Tra le motivazioni per cui non verranno prorogate, in assenza di altre motivazioni agli atti, quella di essere in gravidanza!
Dopo che erano state correttamente collocate a tutela dello stato di gravidanza ed era stato loro assicurato che, come sempre avvenuto, sarebbero state prorogate. Motivazione che, ovviamente, l’Azienda ora non avrà il coraggio di ammettere e di rendere nota.
Una cosa vergognosa per la P.A.!
E’ quindi giusto che l’opinione pubblica sappia come vengono trattate le persone dall’attuale governo della Sanità marchigiana, che trova la sintesi nell’attuale Presidente della Giunta Regionale, al contempo Assessore alla Salute, Dott. CERISCIOLI. Il quale non ha mai risposto agli appelli rivoltigli dall’Area Vasta 2, ed ha permesso che fino ad oggi avvenisse tutta una serie di attacchi vergognosi alla Sanità Pubblica.
In particolare escludendo i confronti sulla riorganizzazione del S.S.R. (violando il Protocollo d’Intesa Programmatico Regionale da lui firmato con i sindacati), ai diritti sindacali (attraverso la modifica della Legge Regionale n.13/2003), alle tasche dei lavoratrici e delle lavoratrici (mediante l’irregolare taglio dei Fondi Contrattuali anni 2015-2016 disposto dall’ASUR Marche), ed alla dignità delle persone (vedasi vicenda dei precari ed i servizi ridotti al collasso “ma si continua a dire, fuorviando, che va tutto bene”).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2016 alle 16:16 sul giornale del 15 novembre 2016 - 1325 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, cgil, precari, sindacato, Area vasta 2, funzione pubblica