Corinaldo: Riforma Costituzionale, un incontro-dibattito con Alessandro De Nicola

11/11/2016 - Che cos'è il Cnel? Che cosa succede al Senato? Quali rapporti fra Stato e Regioni? E le Provincie?Un incontro per conoscere il futuro dell'Italia con la Riforma Costituzionale.

In vista del referendum del prossimo 4 dicembre il circolo del Partito Democratico di Corinaldo assieme ai Giovani Democratici di Corinaldo organizza un incontro di approfondimento e dibattito sulle novità previste nel testo di riforma approvata dalla Camera il 12 aprile scorso. L'appuntamento è per lunedì 14 Novembre presso la sala Consiliare “Ciani” a Corinaldo. Relatore della serata sarà Alessandro De Nicola, Responsabile regionale per la Riforma Costituzionale dei Giovani Democratici.

Un appuntamento con i “contenuti” del referendum, volto a porre una lente di ingrandimento sui cambiamenti che il testo di riforma costituzionale Renzi – Boschi porta nell'architettura istituzionale italiana. L'obiettivo infatti è quello di mettere nelle mani dei cittadini più informazioni utili possibili per una scelta consapevole e portare chiarezza su un argomento importante e complesso. L'appuntamento quindi è per lunedì sera ore 21.00 presso la sala consiliare corinaldese con l'incontro “Riforma costituzionale. Quali prospettive per il futuro?”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2016 alle 09:58 sul giornale del 12 novembre 2016 - 654 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDlD


luigi alberto weiss

13 novembre, 09:14
Il giovane virgulto renzista ci spiegherà anche il caso della lettera inviata dal suo capo agli italiani all'estero? Perche a lui è stato dato l'elenco completo di indirizzi e a quelli del NO soltanto i nominativi? E poi cosa sa dirci, il giovane virgulto, del bonus di 500 euro ai diciottenni, senza che sia stata fatta una distinzione tra chi , per condizione della famiglia, può tranquillamente permettersi di spendere soldi per un teatro o per comprare due-tre libri e chi no perchè il padre è in cassa integrazione o disoccupato? Anche qualche chiarimento sul perchè i cittadini non potranno votare per il Senato non sarebbe male averlo.