Referendum costituzionale: un incontro per le ragioni del NO

Referendum Costituzionale 01/11/2016 - Martedì 8 novembre, alle ore 17 presso il Gratis Club di via Bonopera, si terrà una conferenza di Giorgio Cremaschi, già dirigente nazionale della FIOM e ora militante di movimenti sociali di base, sulle tematiche del prossimo Referendum Costituzionale.

Cremaschi avrà così l’occasione per presentare i motivi del NO al cambiamento della Costituzione che il governo Renzi ha proposto con l’obiettivo di conservare e rafforzare la politica liberista degli ultimi anni. Secondo Cremaschi, infatti, il NO conserva la Costituzione e permette di provare a cambiare le politiche che ci hanno portato al disastro sociale attuale. La conferenza è organizzata da una nuova associazione politica e culturale che, sull’onda del referendum, ha dovuto accelerare i tempi della sua fondazione: il “Laboratorio Sociale Filippo Benedetti”.

Il nome fa riferimento all’intenzione di studiare, conoscere e condividere quanto di nuovo si manifesta nella società, dove il lavoro o, meglio, il futuro in senso lato è sempre più ipotecato dal pensiero unico delle politiche liberiste, con crescenti diseguaglianze e incerti tentativi di resistenza. In particolare, l’associazione è dedicata a Filippo Benedetti, cittadino, professore e politico senigalliese, sulla cui figura torneremo con maggiore puntualità, che per più di una generazione di giovani e di ex giovani ha rappresentato un limpido esempio di intellettuale impegnato nel movimento operaio e studentesco con passione, intelligenza e grande umanità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2016 alle 22:03 sul giornale del 02 novembre 2016 - 610 letture

In questo articolo si parla di politica, referendum costituzionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCZO





logoEV