Truffa on line: 39enne di Senigallia arrestato ed accompagnato in carcere, la madre non lo vuole in casa

carabinieri di senigallia 24/10/2016 - Un 39enne di Senigallia, noto alle forze di polizia, è stato tratto in arresto dai carabinieri in quanto colpito da un provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Brescia.

L’uomo, che dovrà scontare una pena residua di 4 mesi di reclusione poiché condannato con sentenza irrevocabile per truffa, nell’ottobre 2010, in occasione del concerto di Vasco Rossi al “Mandela forum” di Firenze (18 ottobre), pose in vendita su internet alcuni ticket.

Un giovane residente a Montichiari (BS) lo contattò per acquistare 4 biglietti. Ma il 39enne, esperto di truffe on line, dopo aver incassato i 240 euro tramite bonifico su PostaPay, sparì senza inviare i biglietti per il concerto al giovane.

Il ragazzo di Montichiari, che tra l’altro non riuscì a reperire altri tagliandi sul mercato e quindi non partecipò al concerto, non riuscendo più a mettersi in contatto con il 39enne, che nel frattempo aveva reso irraggiungibile il numero di telefono con il quale aveva condotto la trattativa, ha sporto denuncia.

Il 39enne di Senigallia, inizialmente destinatario di un provvedimento di detenzione domiciliare, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato alla Casa Circondariale Montacuto. La madre si è infatti rifiutata di tenerlo a casa con lei.





Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2016 alle 17:27 sul giornale del 25 ottobre 2016 - 3272 letture

In questo articolo si parla di cronaca, senigallia, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCFZ





logoEV