Morro d'Alba: referendum sulla fusione, ha vinto il NO con il 70,33% dei voti

Morro d'Alba 23/10/2016 - Anche a Morro d'Alba il verdetto uscito dalla urne sulla proposta di fusione per incorporazione con il Comune di Senigallia è stato perentorio.

La maggioranza dei votanti, il 70,33%, si è espressa contro la fusione. Proprio come a Senigallia, neanche gli elettori di Morro d'Alba vogliono la fusione.

Cosa succede ora? Lunedì in giornata è attesa la decisione ufficiale da parte delle istituzioni dal momento che il verdetto del referendum consultivo non è vincolante. La parola finale spetta al Consiglio Regionale ma già in campagna referendaria il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi aveva anticipato che se in entrambi i comuni non avesse vinto il si, non avrebbe "mandato avanti la pratica".

Se la fusione verrà accantonata per i prossimi dieci anni i due comuni non potranno ricorrere nuovamente a strumenti come fusioni o incorporazioni.


di Giulia Mancinelli e Michele Pinto
redazione@viveresenigallia.it



Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2016 alle 23:53 sul giornale del 24 ottobre 2016 - 4252 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, giulia mancinelli, articolo, Morro d'Aba

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCEs





logoEV