Coltivava marijuna e la essiccava in casa, arrestato un 49enne di Marzocca

05/10/2016 - I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un 49enne di Marzocca per coltivazione, produzione e detenzione di sostanza stupefacente. L’uomo, già noto alle forze di polizia, è stato bloccato mentre coltivava 8 piante di cannabis sativa. Altre 3 piante di marijuana in fase di essiccamento sono state trovate all’interno della sua abitazione.

Martedì sera, dopo alcuni giorni di appostamento, nel corso dei quali è stata documentata l’attività illecita e identificato il responsabile della coltivazione, i Carabinieri della Stazione di Marzocca hanno fatto irruzione in un terreno situato alla fine di via Maratea dove era presente la coltivazione di marijuana. I precedenti sopralluoghi, infatti, avevano consentito di accertare che all’interno del fondo incolto, nascosta tra la vegetazione spontanea, era presente una coltivazione di cannabis sativa costituita da piante alte circa 180 cm nella fase di fioritura e protette da una recinzione costituita da picchetti di ferro.

I Carabinieri, dopo essersi appostati, hanno atteso l’arrivo del 49enne e lo hanno bloccato mentre stava provvedendo ad annaffiare le otto piante di cannabis presenti. Gli investigatori inoltre avendo fondato motivo di ritenere che lo stesso potesse detenere altra sostanza stupefacente hanno proceduto alla perquisizione dell’auto con la quale era giunto sul posto e della sua abitazione. Proprio a casa, all’interno del ripostiglio sono state trovate appese, in fase di essiccamento, altre tre piante di marijuana della stessa specie di quelle rinvenute in campagna ed una bilancia elettronica. Le piante rinvenute, del peso complessivo di circa 15 kg, sono state sottoposte ad accertamento narcotest, estirpate e sequestrate insieme a quelle rinvenute all’interno all’abitazione.

Data la flagranza di reato, il 49enne è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di coltivazione, produzione, estrazione e detenzione di marijuana. L’uomo, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Comparso mercoledì mattina davanti al giudice, il 49enne ha dichiarato che le piante erano per uso personale. Il Tribunale non gli ha creduto ed ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare dell’obbligo di firma. Il processo è stato rinviato al 7 dicembre prossimo per la richiesta dei termini a difesa.







Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2016 alle 14:20 sul giornale del 06 ottobre 2016 - 2224 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, droga, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBXS





logoEV