Paziente oncologica 87enne tarda di 7 minuti, la visita in ospedale le viene annullata

04/10/2016 - Vorrei segnalare quanto è successo a mia madre martedì mattina in ospedale a Senigallia.

Mia madre, 87 anni, operata di un tumore allo stomaco quattro anni fa, si è recata martedì 4 ottobre alla visita oncologica di controllo. Solitamente l'attesa è di almeno un'ora oltre l'orario previsto dall'appuntamento. Ieri mattina mia madre, accompagnata da mia sorella, ha avuto un'imprevisto che le ha causato 7 minuti di ritardo.

La dottoressa ha ordinato all'infermiera di turno (per altro gentilissima) di non ricevere mia madre poichè era in ritardo!!!!! L'infermiera ha fissato un nuovo appuntamento per mercoledì 5 ottobre (mi auguro con un altro medico!!!) Io mi chiedo se una dottoressa oncologica, la cui paziente, anziana, tarda di sette minuti, si può permettere di trattarla in questo modo?! E' inaudito!

Oncologia è, fra l'altro, un reparto di una certa delicatezza in cui i pazienti, più di altri, vanno trattati con un certo riguardo, a prescindere dall'età!! Credo che queste cose non si debbano ripetere e vorrei che vengano presi provvedimenti nei confronti dell'operato di questo medico.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2016 alle 23:30 sul giornale del 05 ottobre 2016 - 5853 letture

In questo articolo si parla di attualità, medico, lettrice Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBWC


Provi a fare un reclamo formale con il modulo http://www.asur.marche.it/viewdoc.asp?CO_ID=6956, dei reclami rimane traccia e sono obbligati a rispondere

luigi alberto weiss

05 ottobre, 08:35
Senza affidarsi al solito "modulo" da compilare, già basta questa segnalazione per spingere i responsabili ospedalieri e della sanità cittadina a dare una doverosa risposta a questa anziana paziente.

Marco Mando

05 ottobre, 16:41
Non riesco proprio a capire il senso di questa lamentela.
Un ritardo può capitare e le è stato fissato un nuovo appuntamento per il giorno seguente, dove sarebbe il comportamento sbagliato della dottoressa? Seguendo il suo ragionamento in una giornata di visite se lei ha davanti 10 persone e ognuna tarda di 7 minuti, facciamo che le ultime persone della giornata saltano direttamente il controllo?

Caro Marco Mando,
caro ragazzo, forse lei non ha letto del ritardo oltre gli orari fissati (fino ad un'ora), dunque 7 minuti fanno sganasciare dalle risate.

Detto questo, ci si aspetta da professionisti della sanità pubblica un minimo di cortesia.

Il problema, forse, è che una signora di 87 anni non ha facilità di movimento.

Si tratta di una banale questione di buonsenso, probabilmente dote non particolarmente diffusa tra gli italiani.

p.s.:
Se è in ritardo di 7 minuti e non va bene fa passare avanti la prossima e si cambiano di posto, problema risolto, mica è una catena di montaggio, oltre al fatto che le visite hanno durata variabile.




logoEV