Fusione Senigallia - Morro d'Alba: sindacati e categorie dicono sì

03/10/2016 - Condivisione del progetto di fusione per incorporazione di Morro D'Alba all'interno del Comune di Senigallia per la sua capacità di aggregare e razionalizzare l'erogazione dei servizi salvaguardando la rappresentanza del territorio attraverso l'istituto della Municipalità.

 Questo il risultato dell'incontro con le organizzazioni sindacali e le associazioni in rappresentanza delle categorie economiche e produttive promosso dall'Amministrazione Comunale di Senigallia e svoltosi nella Residenza Municipale per analizzare motivazioni e contenuti dell'ipotesi di fusione. All'incontro, presieduto dal Sindaco Maurizio Mangialardi coadiuvato dall'assessore Gennaro Campanile, hanno partecipato rappresentanti della CGIL, CISL, FNP CISL, UIL di Senigallia, Confartigianato, Confindustria, Confcommercio, CNA di Senigallia, Confcommercio Marche centrali, Associazione Albergatori, Coldiretti Ancona.

Tutti gli interventi dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali e di categoria presenti hanno sottolineato come la proposta di fusione, sulla quale i cittadini di Senigallia e Morro D'Alba saranno chiamarti ad esprimersi in occasione del referendum del prossimo 23 ottobre, rappresenti per entrambe le comunità una bella occasione di crescita. In particolare sono stati sottolineati i notevoli benefici che si avrebbero per i servizi ai cittadini grazie all'accresciuta efficienza e razionalizzazione amministrativa ricordando come l'identità specifica della comunità di Morro D'Alba sarebbe comunque salvaguardata dall'istituzione della relativa Municipalità, dotata di poteri incisivi sull'adozione di tutti i più importanti atti riguardanti quella determinata porzione di territorio. I rappresentanti del segmento turistico hanno inoltre evidenziato come proprio un organico legame tra costa e territorio quale quello che sarebbe realizzato con la fusione Senigallia-Morro avrebbe il sicuro effetto di rafforzare l'offerta turistica dell'intero territorio aiutando la destagionalizzazione.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2016 alle 22:15 sul giornale del 04 ottobre 2016 - 599 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBTR


Se anche i sindacati e le associazioni di categoria sostengono acriticamente un progetto fasullo, citando vantaggi che non ci sono tant'è vero che non possono in alcun modo dimostrarli, cosa resta ai cittadini per sperare in una Italia migliore? Non è che la supina collateralità di queste associazioni con la peggiore politica mi stupisca, eh? Anzi... Però, ogni tanto, rimirare una schiena dritta non guasterebbe!




logoEV