Degrado al Vivere Verde: prostituzione, rifiuti e preservativi abbandonati. Il Comune che fa?

29/09/2016 - Da residente di via Sanzio e persona che cammina per andare in piscina, faccio presente ciò che si può trovare lungo il breve tragitto che collega la strada statale alla pista ciclabile, sporcizia varia e numerosi profilattici usati.

Mi risulta che il tratto in oggetto sia di competenza comunale... Sempre a proposito di degrado, ogni sera si può vedere una prostituta che stanziona nei pressi dell'accesso all'area di servizio PM. Chiedo come cittadino un intervento celere da parte del Comune per porre fine a queste situazioni che non giovano certo al decoro urbano e alla qualità della vita dei cittadini.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2016 alle 17:22 sul giornale del 30 settembre 2016 - 1571 letture

In questo articolo si parla di attualità, degrado, un lettore di Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBJo


Niente.

Mangialardi mica si può occupare della gestione ordinaria della città, lui è occupato nelle cose "fighe"; complanare, jamboree, piazza pio ix (pardon, garibaldi) e cosi via.

Occuparsi delle cose brutte non è attraente, non porta voti ne foto sul giornale.

Bisogna capirlo, d'altronde è un renzino.

goffredo marcosignori

30 settembre, 15:37
Veramente il Vivere Verde per la località che ha citato lo scrivente non centra niente. Ora la località Vivere Verde non è così estesa da arrivare alla piscina coperta. Questo per la precisione, non togliendo certo l'importanza della denuncia che viene sollevata. Siringhe, in una moltitudine industriale (oltre 25/30), sono state trovate nel giardino che costeggia Via Bramante, al di là della siepe che delimita il nostro Condominio con la strada. Il problema di spaccio e consumo di stupefacenti certamente esiste, soprattutto in zone apparentemente tranquille, come il Vivere Verde. Forse un maggiore controllo della città, con più Mezzi ed Uomini di Polizia e Carabinieri a disposizione, i nostri quartieri sarebbero meglio monitorati e controllati. Il problema Sicurezza è diventato grande soprattutto negli ultimi anni. Le motivazioni credo vadano cercate sulla politica che si è voluto intraprendere su tutto ciò che mina ed alimenta la Delinquenza in generale.

goffredo marcosignori

30 settembre, 15:37
Veramente il Vivere Verde per la località che ha citato lo scrivente non centra niente. Ora la località Vivere Verde non è così estesa da arrivare alla piscina coperta. Questo per la precisione, non togliendo certo l'importanza della denuncia che viene sollevata. Siringhe, in una moltitudine industriale (oltre 25/30), sono state trovate nel giardino che costeggia Via Bramante, al di là della siepe che delimita il nostro Condominio con la strada. Il problema di spaccio e consumo di stupefacenti certamente esiste, soprattutto in zone apparentemente tranquille, come il Vivere Verde. Forse un maggiore controllo della città, con più Mezzi ed Uomini di Polizia e Carabinieri a disposizione, i nostri quartieri sarebbero meglio monitorati e controllati. Il problema Sicurezza è diventato grande soprattutto negli ultimi anni. Le motivazioni credo vadano cercate sulla politica che si è voluto intraprendere su tutto ciò che mina ed alimenta la Delinquenza in generale.




logoEV