Referendum sulla fusione Morro d'Alba-Senigallia: a San Rocco un incontro pubblico con i due comitati

referendum generico 27/09/2016 - Domenica 23 ottobre 2016 a Senigallia e Morro d’Alba si svolgerà il referendum consultivo sulla fusione per incorporazione tra i due Comuni.

Per parlare dei motivi del SI’ e del NO, la lista civica che rappresento in Consiglio comunale ha deciso di organizzare un incontro pubblico invitando i referenti di entrambe i Comitati referendari, l’appuntamento è per venerdì 21 ottobre alle 21:00 a San Rocco.

Noi di Senigallia Bene Comune riteniamo fondamentale diffondere tra i cittadini le notizie che riguardano la città di Senigallia, basandoci solo su dati oggettivi, e siamo fermamente convinti che fare politica sia porsi a servizio dei cittadini.

Ed è con questa finalità che intendiamo promuovere l’informazione su questo importante referendum che si terrà il 23 ottobre.

Rivolgo quindi l’invito a partecipare a tutta la cittadinanza, per ascoltare le ragioni dei Comitati, farsi una propria opinione e – sulla base di questa – andare a votare.


da Giorgio Sartini
consigliere comunale Senigallia Bene Comune

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2016 alle 12:13 sul giornale del 28 settembre 2016 - 725 letture

In questo articolo si parla di referendum, politica, morro d'alba, giorgio sartini, senigallia, incontro pubblico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBDJ


Sarebbe interessante conoscere e far conoscere quali siano le precise priorità delle opere pubbliche di interesse del futuro Municipio di Morro d’Alba che si è intenzionati ad attivare da qui alle prossime elezioni, in quanto tali decisioni potrebbero inevitabilmente variare con l’eventuale cambio di Amministrazione.
Ma, ancor più, sarebbe interessante conoscere e far conoscere quali siano - nel dettaglio - gli interventi che si intendono realizzare nelle frazioni di Senigallia (es. asfaltatura di strade, costruzione di parcheggi, ecc.), perché qualcuno potrebbe nutrire aspettative che sono destinate ad essere vanificate, fermo restando che non sono assolutamente d’accordo nel non aver deciso di devolvere gran parte delle somme premiali attribuite a Senigallia (solo il 50% del totale) alle zone periferiche della città.

P.S. Mi chiedo infine se i funzionari comunali abbiano verificato se l’intervento di depolverizzazione delle strade vicinali presenti nel territorio di Morro d’Alba, previsto dallo studio di fattibilità a carico del Comune, possa prefigurare un danno erariale.




logoEV