Solidarietà in musica per Arquata con i Musaico

22/09/2016 - Sarà una serata intensa di solidarietà e musica quella che Senigallia si appresta a vivere domenica 25 settembre.

Una serata che parte del cuore di due associazioni no profit, due band accomunate da percorsi artistici vicini e da una delle più importanti aziende del tessuto cittadino e che intende arrivare al cuore dei senigalliesi tutti, dei marchigiani in genere e non solo. “Solidarietà in musica per Arquata”, questo il nome della manifestazione che andrà in scena in Piazza Roma, nel salotto buono della città, con l’intento di raccogliere fondi da destinare al Comune di Arquata del Tronto, per contribuire a mettere un piccolo mattoncino nella ricostruzione del comune marchigiano devastato dal sisma del 24 agosto scorso.

La manifestazione, che chiude di fatto la domenica di Pane Nostrum (uno degli appuntamenti più attesi del calendario senigalliese), è organizzata dal Nomadi Fans Club Stop The World Chiaravalle e dal Nomadi Fans Club Abruzzo Nomade San Silvestro (Pescara) e si avvale del patrocinio del Comune di Senigallia, che ha ancora una volta dimostrato grande sensibilità.

La piazza prenderà ad animarsi già alle 19 con la diretta di Radio Studio 24: sarà Alessio Miranda a condurre la serata, intrattenendo il pubblico già dal tardo pomeriggio con musica, interviste e collegamenti telefonici. Poi, alle 21, sarà la volta della grande musica dal vivo, con le due band legate dal fil rouge della comune esperienza al fianco dei Nomadi. A calcare per primi la scena, i Musaico, il trio acustico dell’autore dei Nomadi Marco Petrucci; con i compagni di viaggio di sempre (Claudio Marchetti alla tastiera e alla voce e Renzo Ripesi alla chitarra acustica ed alla voce, oltre alla triade Lucky Luciano-Sauro Marchetti-Gianni Marconi a curare luci e immagini fuori dal palco) trascineranno il pubblico in un travolgente viaggio tra note e immagini nella musica d’autore italiana, proponendo una versione ridotta del loro “Canzoni per zingari e re tour 2016”, che ha chiuso il sipario la scorsa settimana dopo 44 date, migliaia di persone incontrate e 6 regioni toccate.

Non mancheranno ovviamente i brani scritti da Petrucci per i Nomadi nel corso di un ultraventennale rapporto di collaborazione con la band emiliana. Alle 22.30 sarà quindi la volta dei Caduta Libera, la storica cover band dei Nomadi, che da Corinaldo ha spiccato il volo 15 anni fa e che ha saputo collezionare oltre 150 concerti, ottenendo notevoli successi di critica e pubblico, partecipando ai più importanti raduni dei Nomadi (dal quarantennale di Riccione all’esibizione a Casalromano al XX Raduno Nazionale Nomadi Fans Club) ed ottenendo la consacrazione dagli stessi Nomadi.

I Caduta Libera si presenteranno con Alessandro Bonazza alla voce, Nicola Barcaglioni al basso, Diego Donati e Matteo Bevilacqua alle chitarre, Marco Spoletini alla batteria e Francesco “Freccia” Ferrandi, tastierista ed autore, proprio insieme a Marco Petrucci, del brano “Chiamami”, inserito nell’ultimo album di inediti dei Nomadi “Lascia il segno”. In caso di maltempo, l’intera manifestazione si terrà al teatro Portone di Senigallia. Il resto lo farà il pubblico e, come spesso accade, il cuore grande di una città che ancora una volta non vuole deludere…





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2016 alle 10:57 sul giornale del 23 settembre 2016 - 566 letture

In questo articolo si parla di musica, spettacoli, Mosaico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBtc