Sindacati sanità: ''Nessuno tocchi i fondi dalle aree vaste''

Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl 11/09/2016 - Sarebbe indegno anche solo pensarlo! Dopo anni di blocco del contratto nazionale e altrettanti di blocco delle progressioni economiche dei dipendenti del SSN, finalmente nel 2015 si sono liberate le risorse e riattivate le procedure a livello locale, per sbloccare la carriera di infermieri, personale sanitario, tecnico amministrativo...e adesso a 2016 inoltrato la Regione e l’Asur paventano una nuova decurtazione dei fondi.

Si parla di un taglio complessivo per un ammontare di circa 3 milioni di euro, che investirà come uno Tsunami i fondi aziendali delle cinque aree vaste dell’ASUR Marche. Si taglieranno le risorse per straordinari,produttività e per la progressione economica dei lavoratori; oltre 3000 dipendenti dell’AV2 proprio in questi giorni stanno facendo domanda per l’attribuzione della fascia e si potrebbero vedere sfumare la possibilità di assegnazione della stessa.

Da qualche mese è pronta una delibera di giunta regionale che avrebbe salvato i fondi almeno per il 2015, ma che non ha mai visto la luce e che rischia di perdersi in uno “scarica barile” tra Regione ed Asur, sempre pronte a chiedere sacrifici ai lavoratori della sanità ma mai capaci di collaborare alla difesa dei magri stipendi del personale. La riduzione dei fondi oltre ad avere ripercussioni sul personale produrrà effetti negativi anche sui servizi da garantire agli utenti del SSR.

Se qualcuno pensa di fare cassa con tali risorse sappia che la risposta di Fp CGIL-CISL FP-UIL FPL dell’Area Vasta 2 sarà decisa e indicherà con chiarezza le responsabilità politiche di questa ulteriore umiliazione dei lavoratori della sanità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2016 alle 17:27 sul giornale del 12 settembre 2016 - 478 letture

In questo articolo si parla di sanità, cgil, politica, cisl, uil, Cisl FP, uil Fpl, fp cgil, Area vasta 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aA4K





logoEV