Lodolini: Referendum costituzionale, nasce la app "Costituendum"

08/09/2016 - Si chiama “Costituendum” la app per telefoni cellulari e tablet dedicata al referendum costituzionale, realizzata dal PD nazionale e ora lanciata sulle piattaforme “Google play” e “App store”.

Più in dettaglio si tratta di una applicazione in cui l’utente, tramite un quiz, può mettersi alla prova misurando il proprio livello di conoscenza su come cambierà la Costituzione in caso di vittoria del SI’ al referendum costituzionale di autunno. Rispondendo alle domande l’utente ottiene dei punteggi che stabiliscono la sua posizione nella classifica generale e gli permettono di accedere gradualmente a livelli di difficoltà superiori e a “status” che vanno da “apprendista” a “professore” a “costituente”.

Approdando a questo ultimo livello l’utente può a sua volta elaborare e valutare altre domande da inserire nel sistema. È possibile giocare da soli o in modalità multiplayer, sfidando gli amici ed invitandoli via Facebook.

“L’app nasce come tentativo di avvicinare di più soprattutto i giovani, ai quali bisogna parlare con gli strumenti a cui sono abituati. E’ dimostrato che una gran parte del pubblico giovanile riceve le proprie informazioni attraverso la rete e in particolare ne usufruisce via telefono, quindi la campagna referendaria cerca di avvicinarsi e spiegare le buone ragioni del sì anche attraverso la app” spiega Emanuele Lodolini, deputato e componente della direzione nazionale PD .

“Uno strumento per portare la riforma fuori dalle aule parlamentari e dai luoghi della politica. Per questo, oltre ai tradizionali canali di informazione e approfondimento, abbiamo voluto provare anche con un’impostazione più moderna e dinamica, con uno strumento che possa trovare interesse in un elettorato con abitudini e preferenze diverse e che vuole iniziare ad avvicinarsi alla riforma in maniera meno ‘didascalica’.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd




Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 08-09-2016 alle 10:05 sul giornale del 09 settembre 2016 - 743 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, roma, ancona, pd, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAXm


luigi alberto weiss

08 settembre, 12:14
La Costituzione ridotta a una app per telefonini e a u n quiz. Idea eccezionale da parte di chi proclama ai quattro venti di vole "discutere nel merito", ma che anche in queste scelte appare provinciale e vittima di complessi d'inferiorità.. Quattro rispostine in croce, come fossero le definizioni di un cruciverba, anzichè l'attenta valutazione delle ipotesi di riforma costituzionale, che cancellerà il sistema delle autonomie locali (Regioni e Comuni), farà finta di abolire il Senato, metterà l'Italia nelle mani di una ristretta oligarchia cui un Parlamento di nominati dirà sempre di sì.
PER QUESTO VOTO NO:

Alberto Orioli

09 settembre, 11:17
<<... “status” che vanno da “apprendista” a “professore” a “costituente”.>>
Ora e` chiaro come avete selezionato i "costituenti" cui avete affidato la revisione della Costituzione della Repubblica italiana.

Ciao.
http://www.albertoorioli.info/EconomiaDell'Essenziale.HTM

Soltanto dei fissati con i telefonini, comandati da renzi su twitter, potevano partorire una porcheria come questa.

Stanno trasformando la costituzione in un menu da fast-food, il livello intellettuale è sullo stesso livello.

In un paese di milioni di istruiti laureati disoccupati, un deputato con la maturità che pretende di spiegare la necessità della riforma costituzionale.

Patetici.

ketty gattoronchieri

10 settembre, 01:33
Ora capisco tutto, è così che avete selezionato chi ha scritto la revisione costituzionale, bastava dirlo che era uno scherzo

Ho paura, quello è un deputato . (Totò)

Se Lodolini fosse stata una persona a modo, avrebbe risposto, almeno una volta, ai suoi interlocutori ma evidentemente o non ha null'altro da argomentare, nulla da obiettare e, come tutti i politici, si crede incensato dall'alto dei cieli per cui il suo verbo si deve accettare così come un dogma. Se questa non è una dittatura, poco ci manca.
At salut.

luigi alberto weiss

12 settembre, 09:36
Gentile Befanibus, il parlamentare pacioccone anconetano è un soldatino sempre sull'attenti, anche a fianco dello storico bidone di benzina. La sua consegna è diffondere le veline che produce il suo capo supremo. Altro che obiettare agli interlocutori!




logoEV