Io Corro Per la Vita: torna con tante novità la maratona di solidarietà della Fidapa

01/09/2016 - La città sta per essere invasa dalle magliette e palloncino rosa della maratona della solidarietà Io Corro per la Vita, evento promosso come ogni dalla Fidapa di Senigallia.

La passeggiata, aperta e accessibile a tutti, dai bambini ai grandi, torna per la quinta edizione con partenza dal Foro Annonario alle ore 10 domenica 11 settembre. Un evento, che lo scorso anno ha registrato mille partecipanti, il cui ricavato viene interamente devoluto alle associazioni Andos, delle donne operate al seno, e Aos, che sostiene i malati oncologici e le loro famiglie. "la Fidapa ha organizzato anche quest'anno una maratona in rosa che coinvolge oltre al Comune di Senigallia anche i Comuni dell'entroterra che hanno dato il loro patrocinio -spiega la presidente Fidapa Laura Amaranto- la novità di questa edizione è che il percorso, che si snoda dal Foro al lungomare al centro storico, toccherà anche piazza Garibaldi in omaggio alla restaurata piazza cittadina. La madrina della maratona quest'anno sarà la maratoneta marchigiana Laura Giordano".

Altra novità un convegno che anticipa l'evento che si terrà giovedì 8 settembre alle ore 16,30 alla Rotonda dedicato alla prevenzione delle patoligie tumorali dal titolo "I sette vizi capitali dell'oncologia". "E' un incontro rivolto alla popolazione perché la prevenzione è la prima arma di cura contro i tumori -spiega la dottoressa Veronica Quagliarini-. Sono stati individuati sette elementi quali fumo e alcol, alimentazione, igiene, sedentarietà, droghe e inquinamento elettromagnetico che possono influire nell'insorgenza di patologie tumorali. All'incontro, promosso dalla direttrice della clinica di Oncologia dell'Università Politecnica delle Marche. Svolgeremo brevissime relazioni per non sottrarre tempo alle domande del pubblico". L'iscrizione alla maratona è di 8 euro (gratis per i bambini fino a 8 anni) e prevede anche punti di ristoro lungo il percorso e un buffet finale.

"La Fidapa è un movimento di pensiero e il successo delle precendenti manifestazioni dimostra come la città ha capito lo sprito di Io Corro per la Vita e per questo ringraziamo immensamente tutti i partecipanti -aggiunge la past president Daniela Zuares- È una passeggiata aperta a tutti lungo un percorso che simboleggia quello che tante persone malate si trovano a dover far. In questo percorso noi vogliamo non farle sentire sole e la battaglia contro la malattia si può vincere. Ringraziamo tutti gli sponsor che ci permettono di realizzare l'iniziativa e consigliamo a tutti di iscriversi prima dell'evento in modo da evitare code domenica mattina".

Per le iscrizioni verranno aperti banchetti durante la Notte dello Sport venerdi 9 settembre, sabato 10 settembre dalle 17,30 alle 19,30 in Piazza Roma e domenica 11 settembre alle ore 8,30 al Foro Annonario. Altra iniziativa di solidarietà è l'asta delle magliette dei calciatori di serie A. Due verranno estratte a sorte tra quanti acquisteranno il biglietto (5 euro) la sera della Notte dello Sport e la terza sarà estratta a sorte, alla fine della maratona, tra tutti i numeri dei pettorali.  All'evento parteciperà anche il calciatore di serie A Andrea Lazzari.

"L'immagine del serpentone rosa che attraversa la città e che ogni anno è più numeroso è particolarmente suggestiva -aggiunge il sindaco Maurizio Mangialardi-  Dentro Io corro per la vita c'è la Senigallia delle relazioni, delle associazioni e di quanti continuano a organizzare solo pensando agli altri. La donazione di tutto il ricavato va a due associazioni che fanno tanto per il nostro territorio, per le nostre donne e i nostri malati". Prima della maratona sono stati venduti anche i "Braccialetti della solidarietà", ben 430 braccialetti, il cui ricavato è sempre destinato ad Andos e Aos.

 "Aiutiamo in modo dignitoso e decoroso i malati e le famiglie con sostegni anche economici per chi non ha risorse -spiega il presidente Aos Paolo Quagliarini- e ringraziamo la Fidapa per quello che fate perché senza le risorse economiche non riusciremo ad andare avanti". "Io Corro per la Vita è una iniziativa stupenda -aggiunge l'Andos- che ci ha permesso di aiutare le donne anche con una borsa di studio per una psicologa e i risultati ci sono stati. Le donne hanno migliorato la loro qualità della vita anche nella riabilitazione".







Questo è un articolo pubblicato il 01-09-2016 alle 16:20 sul giornale del 02 settembre 2016 - 5764 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAKw





logoEV