Fuochi della solidarietà: il 7 settembre evento in favore delle popolazione terremotate

Fuochi d'artificio 30/08/2016 - Uno spettacolo pirotecnico ed un evento di solidarietà che coinvolgerà tutta la città. È quanto organizzato dall'Amministrazione Comunale e che si terrà mercoledì 7 settembre.

La decisione è arrivata dopo un vertice ieri mattina tra l’Amministrazione, la Consulta del Volontariato, la Caritas e le associazioni di categoria. Dopo l'annullamento dello spettacolo pirotecnico sul mare lo scorso 24 agosto proprio in segno di solidarietà con le popolazioni colpite dal sisma, il Comune ha pensato di utilizzare i fuochi (che erano comunque già stati acquistati per quella occasione) per una serata di solidarietà e di raccolta fondi. L'incasso della serata sarà devoluto, "con la massima trasparenza" a sostegno dei "progetti decisi dalle istituzioni che rappresentano le città colpite dal sisma".

Negli accessi alla spiaggia e in vari puntii della città i cittadini e i visitatori troveranno appositi punti di raccolta fondi dove potranno fare la loro donazione e assistere allo spettacolo pirotecnico. “Sarà una serata di solidarietà – spiega il sindaco Maurizio Mangialardi – durante la quale tutti i cittadini e le migliaia di visitatori provenienti da altri territori potranno sostenere con una piccola donazione le popolazioni del centro Italia duramente colpite dal terremoto. Sono certo che, come sempre, Senigallia e il territorio sapranno dare grande prova di sensibilità per alleviare almeno un po’ le sofferenze delle comunità vittime di questa immane tragedia”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2016 alle 07:43 sul giornale del 31 agosto 2016 - 24131 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, fuochi d'artificio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAE2


matteo massacesi

30 agosto, 23:08
Come senigalliese quando ho letto dell'annullamento dei fuochi mi ero sentito in linea con la scelta. Avevo anche pensato che ottimo sarebbe stato anche devolvere la cifra prevista per i terremotati. Ricordo anche di un articolo , non ricordo dove l'avevo letto, dove il comune andava in tale direzione. Leggendo ora questo articolo torno con i piedi per terra, i fuochi sono già stati acquistati e vanno usati. Se la ditta avesse consentito l'annullamento dell'ordine vista la situazione e il comune avesse dato evidenza del versamento dell'importo allocato per i fuochi per i terremotati sarebbe stato veramente una bel esempio per tutti.

#boycottsthefireworks

Kit Utente Vip

31 agosto, 08:34
Io spero nella generosità di tutti per aiutare quei poveretti a ricostruire i loro paesi.

valter morganti

31 agosto, 09:04
Il pensiero del sig. Massaccesi è stato il pensiero di tutti, ma giustamente l'azienda che ormai aveva organizzato tutto deve eseguire il lavoro ed essere assolutamente pagata.

Chiederei semmai ai soliti politici che vediamo tutti i santi giorni sui giornali. alle associazioni di volontariato e di categoria di evitare almeno in questa occasione di apporre la propria firma sulla sopracitata raccolta o di farci vedere la loro faccia , queste cose si fanno in maniera anonima con il cuore nelle mani e non con un secondo fine.

regine massmann

31 agosto, 11:02
vergognoso sparare i soldi in aria! niente senso di dignità per i terremotati

Vabbè se i soldi erano già spesi e non si poteva riaverli indietro allora era inutile mandarli sprecati.
Buona idea chiedere offerte a chi va a vedere i fuochi però i senigagliesi hanno il "braccino" corto e si lamentano di tutto e va a finire che si lamentano pure per dare qualche soldo di beneficenza a chi sta male.

giancarlo mandolini

31 agosto, 12:50
Quando ho saputo della scelta del sindaco riguardo l'annullamento della serata dei fuochi d'artificio, sono rimasto stupito ed anche incredulo di una scelta cosi giusta.
Ora dopo questo dietro-front mi rendo conto che i buoni propositi non sono portati a termine.
In questa circostanza ogni cittadino per quelle che sono le sue possibilità ha sicuramente contribuito senza aspettare il monito del sindaco e della sua amministrazione,
quindi i soldi dell'annullamento questo evento potevano andarsi a sommare a quelli dei cittadini.
Stile tipico del governo renzi brutta copia del governo berlusconi, una vera allegria.

Per il 7 portatevi dietro ombrelli ed impermeabili!

Marco Manfredi

04 settembre, 09:47
Da parte mia ritengo che l'iniziativa sia perfettamente azzeccata. Poi mi chiedo cosa ne pensano i turisti che, se non vado errato, sono i beneficiari in primis del tradizionale spettacolo pirotecnico sul mare, i quali pagano la tassa di soggiorno e finanziano l'evento...quelli che erano in Città il 24.08 non ci sono ormai più, chiediamo a quelli che ci sono ora...credo che apprezzino sia lo spettacolo che la nuova finalità...

...e niente... bar, baretti, pizzerie, ristorantini, bagnini trasformati in piadinari portano troppi voti... Una figura del piffero, Mangialardi!