Ciclismo: altra memorabile impresa del Senigalliese Marco Oro, protagonista alla 4^ edizione ciclistica delle 1001miglia

26/08/2016 - L’atleta Senigalliese MARCO ORO si ripete. Dopo il brillante risultato alla Parigi – Brest – Parigi dello scorso anno, (http://www.viveresenigallia.it/2015/09/10/senigalliese-protagonista-allolimpiade-delle-randonne-trionfo-per-marco-oro/553687/), gara quadriennale di 1230 km, giunge notizia di un suo altro grande risultato, quest’anno, alla 1001 miglia: la più lunga ed estrema maratona ciclistica d’Europa.

Alla gara hanno partecipato atleti di 37 nazioni in rappresentanza dei 5 continenti, per un totale di 476 concorrenti, con partenza il 16 Agosto da Nerviano ed arrivo nella stessa cittadina del Milanese.- La manifestazione, patrocinata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delle politiche giovanili e delle attività sportive, si è svolta su un percorso di 1625 km, (vedi allegata mappa) con un dislivello positivo di 16000 metri, toccando 7 regioni, 21 province, 16 capoluoghi e 143 comuni dell’Italia centrosettentrionale.- Marco Oro si è classificato 8° assoluto e 2° degli Italiani, secondo solo dopo Ivan Cardellini, altro Italiano, 1° assoluto. - Alla gara ha partecipato anche un altro Senigalliese, Fabio Mancini (nella foto) , uomo di esperienza per aver partecipato a molte gare anche internazionali di questo tipo, amico di Marco e presidente del “Club amici della bici Senigallia”, Club nel quale milita anche Marco.-

Per la preparazione di quest’ultima performance, Marco Oro ha affrontato un anno di grandi sacrifici, effettuando gli allenamenti in ore e giorni liberi, resi compatibili con il suo lavoro di metalmeccanico in una azienda locale, sacrificando quindi gran parte del suo tempo libero.-

Le dichiarazioni di Marco dopo la gara, di una semplicità disarmante, sono state in sintonia con le sue qualità di Uomo e Atleta,: “….. ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato in questa impresa; non faccio nomi per non dimenticare nessuno; tutti sono stati ugualmente preziosi per me, allo stesso modo; quasi certamente questa è stata la mia ultima partecipazione a gare di questo livello, senza tuttavia abbandonare la mia bici, dedicandomi a manifestazioni di kilometraggi più “umani”.- Non mancheranno i doverosi riconoscimenti dei suoi concittadini !







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2016 alle 11:01 sul giornale del 27 agosto 2016 - 3210 letture

In questo articolo si parla di sport, maurizio tonini bossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAyB