Sosta selvaggia durante la Fiera: mancanza di alternative o di senso civico?

23/08/2016 - Come ogni anno, in occasione della Fiera di Senigallia, ma anche di altri appuntamenti di maggiore afflusso sulla Spiaggia di Velluto si ripropone il problema dei parcheggi, o meglio delle soste selvagge.

Le centinaia di turisti, ma non solo, che arrivano in città per visitare la fiera, dimenticano il codice della strada, non tengono conto di aree verdi, piste ciclabili, passi carrabili, divieti di sosta, discese per disabili e neppure di lasciare libera la carreggiata: l'imperativo è parcheggiare e il più vicino possibile al centro. Già dopo i primi giorni di Fiera Campionaria si sono levate le proteste dei residenti del centro e del Vivere Verde che lamentano la presenza di auto in sosta che rendono invivibile la zona.

E c'è anche chi invoca multe per gli automobilisti, soprattutto per i più “fantasiosi” in modo da garantire l'ordine e la sicurezza delle zone più prossime al centro. Il comune per i giorni di maggiore affollamento ha messo a disposizione bus navetta gratuiti che fanno la spola tra il centro e i parcheggi di Villa Torlonia, del casello autostradale e del Ciarnin, ma questo sembra non risolva la questione. Non è chiaro se il problema sia la mancanza di informazione dei visitatori che arrivano in città o la totale mancanza di senso civico.

E allora viene da chiedersi quale possa essere la soluzione, se le multe possano davvero scoraggiare gli automobilisti dal lasciare la propria auto dove capita e risolvere il problema, o se invece rischiano di ridurre l'afflusso di persone che arrivano in città.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it






Questo è un articolo pubblicato il 23-08-2016 alle 09:57 sul giornale del 24 agosto 2016 - 3278 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, sosta selvaggia, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aApi


Pablo Utente Vip

23 agosto, 10:49
Comincerei ad elevare contravvenzioni solo dalla trecentoquarantunesima macchina fuoriposto in poi. Erano 340 i posti auto disponibili nella ex piazza Garibaldi?

luigi alberto weiss

23 agosto, 11:07
Il sindaco-architetto cui si deve, secondo voci incontrollate, la progettazione della ex piazza Duomo o Garibaldi che dir si voglia, perchè non mette mano a un parcheggio multipiano, urbanisticamente inserito nella zona centrale (ad esempio dalle parti di Porta Lambertina...). Non una grande cosa: due-tre livelli. All'estero queste cose esistono dove meno te lo aspetti e funzionano. Per Senigallia sarebbe un'altra "pagina di storia"!

Purtroppo la sosta selvaggia è una pratica assai diffusa in tutto l'arco dell'anno e in ogni dove e in ogni occasione. Magari fosse solo un problema dovuto alla fiera!!! Vorrei anche ricordare che il codice della strada è valido sia per gli automobilisti ma anche per tutti coloro che in bicicletta vanno regolarmente contromano, sui marciapiedi, ecc...ecc.. .

"Non è chiaro se il problema sia la mancanza di informazione dei visitatori che arrivano in città o la totale mancanza di senso civico."
Il problema è più semplice: mancano i parcheggi.

Purtroppo secondo me è vera mancanza di alternative. probabilmente è più veloce parcheggiare al multipiano di Fano, davanti alla stazione, e arrivare a Senigallia col treno, che utilizzare i parcheggio scambiatori e le cosiddette navette.

Poi, io vado alla fiera perché sto vicino, se no me ne starei proprio a casa.

La mancanza di parcheggi non può giustificare atti incivili come parcheggiare sulla pista ciclabile o peggio ancora nella rampa dei disabili come si vede in una foto dell'articolo.