Serra de' Conti: Nottenera 2016, dieci anni di cultura, comunità e territorio

21/08/2016 - L'edizione 2016 di Nottenera è stata una bellissima occasione per il decennale di una manifestazione dedicata alla cultura, al teatro e al territorio, un appuntamento che ha avuto un'ottimo riscontro di pubblico, superiore rispetto agli anni passati, e un livello di qualità ormai consolidato negli anni, tanto da farne un punto di riferimento regionale e nazionale.

E' anche migliorata, con l'esperienza più recente, l'organizzazione dell'evento sia sul piano tecnico che nella gestione degli spettacoli e nell'accoglienza del pubblico. Vogliamo ringraziare la comunità serrana e, in particolare, tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita del festival e anche coloro che, con le loro osservazioni, hanno stimolato gli organizzatori a riflettere sia sul piano delle scelte artistiche che a livello gestionale.

Un apprezzamento particolare ai ragazzi, circa un centinaio di giovani volontari, che hanno fatto proprio il valore dello "stare insieme per un obbiettivo comune", per un evento che qualifica Serra de' Conti in modo importante con riscontri culturali, promozionali ed economici. E' grazie al personale di servizio nei punti informativi e di ristoro, nei servizi logistici e di controllo, a supporto della direzione e coordinamento artistico, al gruppo comunale di protezione civile e ai volontari del pronto soccorso, ai fotografi e operatori video, all'associazione carabinieri e al personale agli ingressi, al bus-navetta e ai dipendenti comunali, ai commercianti e alle associazioni serrane e ai numerosi sostenitori dell'evento (operatori culturali, giornalisti ed esperti di comunicazione, istituzioni e sponsor che hanno aderito alla campagna di sostegno 1x1=2 Moltiplicazioni creative), ecc., che è stato possibile per il nostro Comune, in questi ultimi anni, affermarsi come punto di riferimento regionale per l'impegno culturale e per i risultati e riconoscimenti concretamente ottenuti.

Come già dimostrato in diverse occasioni (nelle passate edizioni di Nottenera, in occasione delle Giornate del Fai di primavera, ecc.), si conferma che la "cultura" non è un costo per i cittadini ma un investimento per il futuro, uno stimolo al confronto aperto e alla circolazione di nuove idee che nascono dal territorio. Infatti, numerosi talenti e collaboratori che sono stati presenti nella programmazione, professionisti, tecnici e operatori, provengono dal territorio e hanno avuto un'occasione di lavoro, per esprimere le loro qualità e professionalità.

Un fatto di grande rilievo, in questa difficile fase storica. E' infine da ringraziare il numeroso pubblico, in buona parte composto anche da giovani famiglie con bambini, per averci scelto e per aver partecipato in modo interessato, confermando la validità del modello culturale e organizzativo e delle scelte compiute dall'Amministrazione. Naturalmente, già dalla fase di sgombero delle attrezzature, si è subito iniziato a pensare alla programmazione per la prossima edizione, un impegno e una responsabilità nei confronti della comunità e del territorio.


da Arduino Tassi
sindaco di Serra de' Conti



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2016 alle 17:32 sul giornale del 22 agosto 2016 - 434 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, notte nera, Arduino Tassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAoD