Tennistavolo: campus estivo internazionale al Centro Olimpico

17/08/2016 - Sono tedeschi, russi, inglesi, italiani e svizzeri i partecipanti al campus estivo organizzato dal tecnico slavo Matjaz Sercer, fresco allenatore della nazionale inglese cadet che da numerosi anni ha scelto la nostra città per il campus estivo che organizza con atleti di mezza Europa.

In totale una sessantina di persone, tra giocatori e famiglie, sono a Senigallia per una decina di giorni di allenamenti intensissimi di “cinque ore al giorno” come ci tiene a sottolineare Sercer.

I giovani di quest’anno sono forti giocatori: Tom Eise della nazionale tedesca, l’inglese Harry (campione nazionale di singolo e doppio) ed il connazionale Ethan Walsh che ha partecipato ai Campionati Europei con l’ottimo Matt Leete nel ranking nazionale. C’è anche la giovanissima russa Masha (2005). Insieme a loro altri eccellenti atleti anche di maggiore età venuti negli anni passati. Al tecnico Sercer abbiamo chiesto alcune cose:

Perché da anni sceglie Senigallia per il campus internazionale estivo che organizza?
Senigallia è un posto ideale per un campus. C’è un impianto eccezionale in cui ci si allena molto bene. C’è la spiaggia, la cittadina è bella, il cibo è buono, l’accoglienza si respira in ogni momento. I ragazzi possono allenarsi e divertirsi e le famiglie fare una bella vacanza. Non si può volere di più.

Verrà a Senigallia anche l’anno prossimo?
Certamente, già fissato il periodo che andrà da fine luglio ai primi di agosto. Sappiamo che incontreremo il Summer Jamboree e speriamo di superare le difficoltà alberghiere.

E’ vero che l’anno prossimo allenerà la nazionale inglese?
Sì, il prossimo mese inizierà questa avventura nel Centro Nazionale di Ackworth, vicino a Leeds nel Yorkshire. Mi occuperò della nazionale cadet che seguirò con un programma di lavoro accurato

A condurre il campus insieme a Stencer c’è il tecnico russo Vladimir Kaprov che ha voluto ringraziare Pettinelli il giorno dell’arrivo consegnandoli una targa. Kaprof segue alcuni circoli sportivi a Kassel, a metà strada tra Hannover e Francoforte ed è un profondo conoscitore del tennistavolo internazionale. Inevitabile porre a lui alcune domande.

Come giudica il Centro Olimpico?
Impianto stupendo. Sicuramente ce ne sarà qualcuno simile in giro ma io non ne ho mai visto uno uguale. Pavimento eccellente, illuminazione naturale per tutti gli allenamenti eppoi quella vetrata sopraelevata…i ragazzi si sentono osservati e si impegnano di più. Ho allenato in molte palestre, anche molto più grandi, ma non erano specializzate per il tennistavolo e si condividevano con altri sport.

Che cosa ne pensa del Maestro del Centro Olimpico Enzo Pettinelli?
Non lo conosco come allenatore. Ma conosco ed ho molta stima di Peter Hengel, un bravissimo coach e quando gli ho detto che venivo a Senigallia da Pettinelli ha detto che è un mito e questo a me basta.

Fra qualche giorno il campus terminerà, non prima però di giocare l’open Imperatore a cui quest’anno partecipano giocatori veramente forti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2016 alle 18:03 sul giornale del 18 agosto 2016 - 365 letture

In questo articolo si parla di tennistavolo, sport, senigallia, tennistavolo senigallia, ping-pong

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAiT