Trecastelli: Conigli risponde alle 'accuse infondate' della Fattori e fa il punto sulla mensa unica

03/08/2016 - Nell’ultimo periodo sono circolate numerose informazioni errate riguardanti l’argomento della mensa unica, soprattutto a causa di alcune note pubblicate dall’opposizione di Trecastelli, contenenti spesso accuse all’operato dell’Amministrazione.

L’ultima in ordine di tempo riguarda la nota online della consigliera di minoranza Fattori, la quale ha accusato il Sindaco Conigli addirittura di menzogna quando, durante l’ultimo consiglio comunale, ha provveduto a mostrare a tutti i partecipanti il programma elettorale dell’allora candidato a Sindaco Giuseppina Fattori, in cui era presente l’obbiettivo, “Puntare su una mensa scolastica centralizzata per contenere i costi..”, la stessa mensa scolastica centralizzata contro cui ora la Fattori e il suo gruppo si oppongono con forza e dedizione, dimostrazione inequivocabile di “coerenza”, tipica della consigliera.

“Circa il documento ‘sventolato’ in Consiglio,” ha commentato il Sindaco di Trecastelli Faustino Conigli, “non è altro che il programma elettorale che l’allora candidato a Sindaco Giuseppa Fattori ha illustrato e distribuito a tutti i cittadini negli incontri sostenuti nella sua campagna elettorale. Ne sono in possesso grazie a un cittadino che ha partecipato a quegli incontri e lo ha conservato, come penso anche altri cittadini. Oltretutto lo stesso programma era stato pubblicato anche online dal suo gruppo ed è tutt’ora presente e consultabile da chiunque. Ciò che piuttosto meraviglia è come sia possibile che venga illustrato e distribuito ai cittadini un tipo di programma, che di fatto il cittadino conserva e su cui fa riferimento, e nello stesso tempo vengono consegnate e fatte protocollare al Comune delle linee guida diverse. Ancor più incomprensibile è l’incoerenza della Fattori, la quale oggi si oppone allo stesso progetto che in campagna elettorale lei stessa includeva tra i propri obiettivi”.

“Non intendo alimentare la polemica circa la riorganizzazione del servizio di refezione scolastica, che ritengo assolutamente necessaria”, prosegue Conigli, “ma quando vengo personalmente accusato, oltretutto ingiustamente, il minimo che posso fare è dimostrare concretamente l’infondatezza di certe insinuazioni con prove tangibili e fatti concreti. Esattamente lo stesso principio che tutta l’Amministrazione Comunale sta portando avanti ormai da tempo, ovvero far parlare i fatti e i numeri.”

“La condizione positiva che viviamo, frutto dell'opportunità che il percorso virtuoso della fusione ha prodotto, ci obbliga a pensare alla amministrazione del nostro Comune e al benessere dei nostri cittadini non in termini di contingenza ma in una logica di prospettiva. Lo sappiamo che nelle nostre scuole si mangia bene e questo è un patrimonio che vogliamo rafforzare e non disperdere. Il mangiar bene però, che è un aspetto fondamentale ma non unico della qualità complessiva di un servizio, non può mettere in secondo piano il rispetto dell'adeguatezza dei luoghi di lavoro, la distribuzione equa dei carichi di lavoro tra gli operatori, l'adeguamento alle norme sempre più stringenti, una organizzazione complessiva che faccia rientrare il costo di un pasto all'interno di un range ragionevole.”

“Il nostri obiettivi sono servizi di qualità, titolarità pubblica, sostenibilità economica, partecipazione alle scelte delle componenti sociali coinvolte dalle stesse. Sono scelte impegnative e coraggiose”, conclude Conigli, “ma siamo consapevoli che solo chi interpreta il cambiamento cogliendone le opportunità non ne subisce le conseguenze.
Questo e non altro, vuol dire salvaguardare il futuro del nostro paese.”

Continua il percorso di apertura e condivisione del progetto che porterà alla riorganizzazione del servizio di refezione scolastica. Oltre agli incontri effettuati nelle varie scuole con i genitori (18-19-20-21 luglio, dai quali sono emersi suggerimenti e proposte interessanti), si ricorda che chiunque voglia far pervenire istanza in merito alla riorganizzazione del servizio può farlo fino al 31 agosto, così che nell’incontro pubblico previsto per il 15 settembre possano essere analizzati con i cittadini gli aspetti emersi fino a tale data e riportati nel consiglio comunale del 27 settembre.


dal Comune di Trecastelli
già Ripe, Castel Colonna, Monterado
 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2016 alle 19:09 sul giornale del 04 agosto 2016 - 1356 letture

In questo articolo si parla di politica, trecastelli, comune di trecastelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azVi