Serra de' Conti: diretta streaming e informazione

Internet, web, computer 02/08/2016 - Le richieste per la diffusione in diretta streaming delle sedute consiliari (che, peraltro, sono già adesso oggetto di registrazione audio e trascrizione integrale, come concordato dai gruppi consiliari) sono in genere "motivate" dalla necessità di maggiore informazione.

Quasi sempre si tratta di proposte delle minoranze per avere più spazio e maggiori occasioni per esprimere il proprio legittimo dissenso, la propria critica alle scelte delle maggioranze di governo o per illustrare le proprie tesi politiche. Che, con le nuove tecnologie, si possa arginare la sfiducia nelle istituzioni, la "fuga dalla politica" dei giovani e incrementare la partecipazione e l'informazione sembra una comoda semplificazione.

Dobbiamo infatti osservare che, mai come in questo momento storico, tutti disponiamo di strumenti potentissimi (facebook, twitter, whats-app, ecc.) che forniscono notizie immediate ma che sono, sempre più spesso, prive di una verifica delle fonti e della veridicità delle informazioni, per le quali occorre studio, tempo e impegno che mal si conciliano con la "frettolosa" informazione in tempo reale. A fronte di una crisi sempre più pervasiva (economica e sociale, ma anche di idee e di progetti per il futuro, di regole condivise e di comportamenti corretti), si va affermando sempre più la cultura televisiva del talk-show, regno della sintesi e della semplificazione, della parola gridata ma poco ponderata, della spettacolarizzazione ad ogni costo, si tratti di cronaca, drammi privati o show elettorali, una specie di marmellata indistinta, un frullatore in cui entra qualsiasi cosa purché faccia notizia (per "vendere" copie e fare business).

I cardini della partecipazione democratica e dell'informazione corretta sono la consapevolezza diffusa, l'impegno serio e quotidiano, l'approfondimento degli argomenti per giungere a scelte pensate e responsabili. La cultura passiva dei talk-show, della diretta streaming e della notizia gridata, non sono da ritenere un grande passo avanti nella direzione di maggiore informazione e democrazia, quanto piuttosto un modo di intenderla che non ci convince, specialmente nelle piccole comunità locali dove tutti si conoscono di persona.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2016 alle 18:18 sul giornale del 03 agosto 2016 - 321 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azSv


giorgio bendelari

04 agosto, 15:08
gentile redazione vi trasmetto il contenuto di quanto a commento della Comunicazione a nome dell'Amministrazione Comunale ho protocollato in data odierna.Al Sig.Sindaco p.c. ai Componenti il Consiglio Comunale.
Oggetto:maggiore e più diretta infomazione delle sedute consiliari.Gentilissimi,facendo riferimento alla mia precedente richiesta del 24.06.2016 avente per oggetto:L'informazione è ancora un diritto?(in attesa di risposta)ed essendo a conoscenza del Comunicato Stampa,dal titolo:Diretta streaming e informazione,mi permetto in qualità di modesto rappresentante del P.C.L.di trasmettervi alcune mie impressioni ricavate dalla lettura del Comunicato in oggetto.Definire la proposta della diretta streaming delle sedute consiliari:...cultura passiva...notizia gridata e quanto altro,mi sembra riduttivo ed offensivo perchè le audioregistrazioni delle sedute consiliari sono leggibili dopo mesi dalla seduta consiliare stessa ed a volte la lunghezza delle stesse ,rende difficile per noi cittadini tenersi informati ed informare gli altri in maniera adeguata e diretta.il sottoscritto non fa parte delle minoranze che siedono in Consiglio ,ma sono tra coloro che chiedendo una più diretta e puntuale informazione delle Sedute Consiliari,debbo considerarmi accusato di voler strumentalizzare,"L'INFORMAZIONE CHE NON C'E'" PER AVERE PIU' SPAZIO ETC.ETC.ETC.?Gentilissimi,nessuno di noi si illude che con le nuove tecnologie,si possa arginare la sfiducia nelle istituzioni,la "fuga dalla politica dei giovani"...ma di quale crimine veniamo accusati ,noi che proponiamo una più diretta informazione delle Sedute Consiliari?Gentilissimi,gradirei a questa mia,una risposta ,pacata e serena,priva di luoghi comuni ed accuse immotivate.Vi ringrazio e Vi saluto,restando in attesa di una Vostra gradita risposta.Giorgio Bendelari
P.C.L. Serra de' de' Conti...nota i verbali delle audioregistrazioni risalgono alla seduta consiliare del 31 di maggio del c.a....nel frattempo ci sono state altre DUE sedute,rispettivamente il 6 e il 30 di luglio...siamo in agosto...è questa l'informazione corretta he si intende trasmettere a noi cittadini?