RIsarcimento degli alluvionati, Mangialardi: "Premiato il lavoro dell'Amministrazione e dalla senatrice Amati"

maurizio mangialardi 29/07/2016 - "Apprendiamo con grande soddisfazione la notizia dello sblocco dei fondi destinato al risarcimento degli alluvionati da parte del Consiglio dei Ministri.

In questo momento, in attesa di approfondire quali saranno l'entità e le modalità con cui tali risorse saranno ripartite, prevale un sentimento di gratitudine nei confronti del governo, che con il premier Renzi prima e i ministri Martina e Galletti poi, aveva assunto impegni precisi quando ancora la città era sommersa dal fango e dall'acqua. Il provvedimento, voglio sottolinearlo con forza, testimonia anche l'attenzione posta dal verso governo la nostra comunità se, come è vero, sono state quasi quaranta le dichiarazioni di stato di calamità registrate in tutto il Paese dal 2014 a oggi. Ma adesso sentiamo anche ripagato il quotidiano lavoro di relazione e costante contatto con gli uffici ministeriali che l'Amministrazione, di concerto con l'opera sistematica e indispensabile svolta dalla senatrice Amati, ha portato avanti fin dal giorno dopo la tragica alluvione del 3 maggio per ottenere questo risultato, che speriamo possa riportare serenità tra i nostri alluvionati".

Così il sindaco Maurizio Mangialardi commenta lo sblocco da parte del governo dei fondi destinati al risarcimento degli alluvionati.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2016 alle 09:03 sul giornale del 30 luglio 2016 - 2080 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, maurizio mangialardi, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azIr


Ottima notizia finalmente!
Ma i soldi li danno direttamente sul conto della gente?
E quanto? Tutto, un pezzo?

Attendiamo di vedere i termini e le condizioni.

Le condizioni sono state pubblicate questa mattina dal corriere adriatico, cito a memoria:

Ai privati 80 per cento fino ad un massimo di 150mila.

Alle aziende, per le strutture, 50 per cento fino a un massimo di 450mila, 80 per cento per le apparecchiature.

Il sindaco ringrazi Renzi per il volo in elicottero, in un qualunque paese normale non sarebbe stato rieletto, vista la su negligenza sulla sorveglianza del fiume entro il centro abitato di senigallia.

p.s.:
Va da se che se "qualcuno" avesse fatto il proprio lavoro (oltre la classica frase italiana "non è di mia competenza") tali risarcimenti non sarebbero stati necessari e non ci sarebbero stati i morti.

Ma siamo in italia, se chi rompe paga (anche se non tutto) tutti sono contenti.




logoEV