Trecastelli: al Museo Nori de' Nobili s'inaugura la mostra di Lorenzo Cicconi Massi

28/07/2016 - lI Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli e l'assessore alla cultura Valentina Marinelli ed il prof. Bugatti, direttore del Musinf, hanno annunciato che il 4 agosto alle 21,30, al Museo Nori de' Nobili sarà inaugurata la mostra di Lorenzo Cicconi Massi, dedicata alle donne che volano. La mostra, curata da Simona Zava è organizzata dal Museo della donna di Trecastelli, con la collaborazione del Musinf di Senigallia.

Ricorda nel catalogo della mostra Il prof. Bugatti che quella di Lorenzo Cicconi Massi è da tempo una firma autorevole nel panorama della fotografia italiana ed internazionale. L'artista senigalliese s i è fatto largo con un lavoro intenso e senza concessioni, affidandosi solo alla poesia dell'immagine e alla verifica delle specifiche possibilità linguistiche della fotografia.

Come il suo venerato maestro, Mario Giacomelli, è stato subito salutato dalla critica in qualità di un uomo nuovo della fotografia. La critica è stata impressionata e sorpresa dalla severità dei bianco e nero, dalla perfezione delle impaginazioni, dal rigore di ogni stampa, dalla volontà di interpretare la fotografia come arte. Il prof. Bugatti ha notato che " un poco se lo sarebbe aspettato che Lorenzo Cicconi Massi, nella sua ricerca continua di uno stile limpido e lineare, avrebbe introdotto sperimentalmente elementi di dolcezza nel linguaggio meccanico della fotografia, che è, in sè, un linguaggio rivoluzionariamente vulgare proprio per la sua destinazione all'uso massivo".

Ma quello di Lorenzo Cicconi Massi non è solo un percorso linguistico e formale, in quanto la sua pulsione ideale al cambiamento ha preso le mosse dai contenuti fisici dell'immagine. Quando ho visto le sue donne, che volano ho subito pensato alle analogie con la poetica del dolce stil novo. Anche lui, come gli stilnovisti, al motivo del cortese omaggio alla bellezza della donna tende a sostituire una visione dematerializzata della figura femminile, gradualmente esaltata per le qualità estetiche e psicologiche, tanto salvifiche quanto seducenti.

Le donne di Cicconi Massi sono approdate infine ad una configurazione angelica. Così, come angeli in terra, le donne nelle fotografie di Cicconi Massi, annullando la fisica, esulando i confini e i condizionamenti della materia, hanno cominciato a volare, seppure con qualche supporto ludico da palestra contemporanea, piuttosto che filosofico e teologico da università medioevale. E' sottinteso quanto evidente che l'ammirazione per le donne mediatrici tra materiale e immateriale costituisce, per l'autore fotografo, come per gli autori poeti del dolce stil novo di storica memoria, una via breve per salvifiche estasi sovrannaturali. Volano loro, le donne,ma con loro vola, poeticamente e fantasticamente, anche l'autore.

Lorenzo Cicconi Massi nasce a Senigallia dove tuttora vive. Nel 1991 discute la tesi di laurea in Sociologia “Mario Giacomelli e il gruppo Misa a Senigallia”. Comincia il suo lavoro di ricerca fotografica in bianco e nero. Nel 1999 ottiene il primo premio al concorso Canon. Dal Gennaio del 2000 è uno dei fotografi dell’ agenzia Contrasto. Il mensile ARTE lo include fra i 10 giovani talenti del panorama fotografico italiano. I suoi lavori vengono premiati in numerosi concorsi (premio Verona 2002 ecc..), pubblicati dalle maggiori testate italiane e straniere (Images, Newsweek,) ed esposti in due personali alla Treffpunkt Galerie di Stoccarda e allo Stadthaus di Ulm. Dal 2006 alcune sue stampe fanno parte della collezione di Forma, prestigiosa fondazione per la fotografia di Milano. Nel 2007 è stato premiato nella sezione “sports features singles” al World Press Photo di Amsterdam, con un lavoro sui giovani calciatori cinesi. Sempre nel 2007 ha ricevuto il prestigioso premio G.R.I.N.(Amilcare Ponchielli) per “fedeli alla tribù”.Per i 10 anni dalla scomparsa del grande fotografo senigalliese realizza il film “mi ricordo Mario Giacomelli”, edizioni Contrasto) con la partecipazione dei più importanti personaggi della fotografia e dell’arte italiana. Si tratta del film che introduce la mostra di Mario Giacomelli attualmente in corso con grande successo al Museo di Roma (Piazza Navona).

Estate 2011 espone presso Mole Vanvitelliana di Ancona con 3 opere, per la Biennale di Venezia padiglione delle Marche, curata da Vittorio Sgarbi. Nel 2012 ha lavorato per il progetto di Altagamma “Italian Contemporary Essence” con le più importati aziende italiane, in mostra alla triennale di Milano. Nel gennaio 2013 ha esposto presso la Fondazione Venezia 2000. Aprile 2013Museo Ferragamo per la mostra “il calzolaio prodigioso”. Ha curato le fotografie esposte alla fondazione museale TOD’S. Nel Marzo 2014 è stato scelto da Elisa come fotografo ufficiale del tour “L’anima vola”.

Al cinema esordisce nel 2003 con il lungometraggio “PROVA A VOLARE” che ha fra gli interpreti l’esordiente Riccardo Scamarcio, Ennio Fantastichini ed Antonio Catania, distribuito in 180 copie nel sett. 2007 dall’Istituto Luce, tutt’ora in programmazione su SKY cinema e su LA7, che gli ha dedicato una puntata della trasmissione “la valigia dei sogni” .Nel 2012 cura la regia del video “la terra del duca” .





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2016 alle 19:21 sul giornale del 29 luglio 2016 - 599 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf, lorenzo cicconi massi, trecastelli, le donne volanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azHP