Un bilancio positivo per le politiche giovanili del Comune di Senigallia

20/07/2016 - Senigallia sempre più all’avanguardia nell’ambito delle politiche giovanili. È quanto emerge, a poco più di un anno dall’inizio del nuovo mandato, nel bilancio stilato dal sindaco Maurizio Mangialardi e dal consigliere delegato Lorenzo Beccaceci.

Un primo importante risultato è stato quello conseguito nell’ambito dei Centri di Aggregazione Giovanile. Il nuovo indirizzo politico, basato sulla scelta di far tenere i corsi ai volontari del Servizio Civile, ha permesso una riduzione delle spese, ma soprattutto ha garantito una maggiore presenza di ragazzi (6074 utenti al Bubamara e 2746 al Rolabola) grazie a corsi particolarmente innovativi, in grado di stimolare la partecipazione di nuovi utenti nella fascia di età compresa tra i nove e i quattordici anni. Ciò ha comportato anche un maggiore coinvolgimento dei genitori, che hanno potuto condividere momenti di socializzazione e festa con i propri figli e con coloro che hanno organizzato e gestito i corsi.

Sempre in termini di servizi, ha riscosso successo quello dedicato ai ragazzi frequentanti la scuola secondaria superiore con l’apertura del Bubamara dalle ore 13 alle ore 14,30 nei giorni di rientro pomeridiano, che ha permesso di mettere a loro disposizione uno spazio accogliente dove trascorrere il tempo della pausa pranzo. Ottimi risultati, poi, hanno ottenuto le collaudate iniziative legate all’orientamento scolastico e universitario come “Banchi di Prova” e “Di Aula in Aula”, realizzate in collaborazione con gli istituti cittadini, e progetti ormai radicati da tempo nell’universo giovanile senigalliese come la rassegna cinematografica “Niente da Capire”, “What’s the future”, il contest fotografico “#4Andrea” e la Festa della musica.

A ciò vanno poi aggiunte tante altre iniziative come lo svolgimento delle ultime fasi del progetto “Non me la dai a bere”, per la prevenzione dell’abuso di alcool tra i giovani, e “Mobypro – the job of my life”, per favorire forme di apprendistato in Germania, realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Friburgo e l’istituto Panzini.

“Un grande ringraziamento – afferma il sindaco Mangialardi – va al consigliere Lorenzo Beccaceci che al tema delle politiche giovanili ha dedicato la propria passione e la propria competenza. Anche grazie lui è stato possibile rilanciare da subito la Consulta dei Giovani, un organo importante che auspichiamo diventi sempre più uno spazio di aggregazione dove i ragazzi possano confrontarsi sulle questioni che li interessano da vicino, un punto di riferimento per l’associazionismo giovanile organizzato, e un luogo dove maturare una visione consapevole della vita democratica cittadina per fare di Senigallia una città a misura dei giovani”.

“L’Amministrazione comunale – aggiunge il consigliere Beccaceci - valorizzando la disponibilità e le competenze dei giovani stessi, si è mossa subito per dare concretezza ai contenuti indicati nelle linee programmatiche e creare condizioni che offrano ai giovani mezzi, opportunità, strumenti, per vivere in modo autonomo e positivo il loro diritto a una piena cittadinanza ed esprimere le loro esigenze di aggregazione e di protagonismo”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2016 alle 10:21 sul giornale del 21 luglio 2016 - 721 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azpb





logoEV