Mangialardi sulla scomparsa di Max: "Perdiamo un maestro di impegno sociale e civile”

maurizio mangialardi 20/07/2016 - “Con grande dolore ho appreso questa mattina la notizia della scomparsa di Max Fanelli. Oggi, di fronte a ciò che egli ha rappresentato in questi ultimi anni, ci sentiamo tutti colti da un profondo senso di smarrimento".

Così il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, ricorda Max Fanelli scomparso all’età di 57 anni. "Nel nostro ricordo resterà la lucida fermezza con cui fino all’ultimo ha voluto difendere la propria dignità, e il coraggio con cui, nonostante le sofferenze provocate dalla terribile malattia, ha continuato a battersi per chiedere al Parlamento italiano la calendarizzazione della discussione sul tema del fine vita. Una battaglia che abbiamo condiviso con lui e che ci impegniamo a continuare, consapevoli del fatto che oggi nella società italiana, anche grazie all’esempio di persone come Max, è maturata l’esigenza di colmare questo vulnus legislativo per dare risposta alle sofferenze di migliaia di persone ammalate.

In questo triste momento, però, non vogliamo dimenticare che Max, nella sua purtroppo breve ma intensissima esistenza, è stato per ciascuno di noi un maestro di impegno sociale e civile, che grazie alla sua generosità e al suo amore per la giustizia ha costantemente tenuto fermi al centro del proprio agire la difesa dei diritti dei più deboli e i valori della pace, della solidarietà e della tolleranza. A nome mio e dell’intera Amministrazione comunale porgo le più sentite condoglianze alla moglie Monica e ai tanti amici che lo hanno conosciuto e amato”.





Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2016 alle 15:27 sul giornale del 21 luglio 2016 - 297 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azp9





logoEV