Assemblea provinciale: i GD della federazione anconetana dicono Sì alla Riforma costituzionale

11/07/2016 - Si è tenuta sabato 9 luglio, alle ore 9.30, presso la sede dei Giovani Democratici di Senigallia, l'Assemblea provinciale dei Giovani Democratici della federazione di Ancona.

A seguito della Direzione provinciale svoltasi domenica 19 giugno a San Marcello, su richiesta di alcuni componenti dell'Assise, il Presidente dell'Assemblea provinciale, Alessandro De Nicola, ha convocato una riunione al fine di giungere ad una presa di posizione unitaria, come Organizzazione politica, in merito al Referendum sulla Riforma costituzionale del prossimo autunno.

Dopo una lunga campagna regionale di informazione sulla Riforma costituzionale, partita proprio dal comune anconetano di Chiaravalle, i Giovani Democratici in Assemblea provinciale hanno scelto, con voto unanime, di sostenere ufficialmente la strada del cambiamento e di schierarsi come Organizzazione dalla parte del Sì alla Riforma.

Nelle settimane passate molti Giovani Democratici si erano già attivati nei propri comuni a fianco del Partito Democratico per la raccolta delle firme, ma non c'era una adesione ufficiale dell'Organizzazione a sostegno del loro impegno: ciò era dovuto ad un periodo di attesa, deciso in Segreteria regionale, al fine di rendere libera da qualsiasi inclinazione di parte la campagna "Capire x far capire – verso il Referendum costituzionale".

Vi segnaliamo a tal proposito la serata organizzata dai GD Marche all'interno della Festa De l'Unità di Senigallia "Verso il Referendum costituzionale", che si svolgerà martedì 19 luglio alle ore 21.15. Sarà presente all'iniziativa Andrea Morrone, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Bologna.


da Giovani Democratici
Provincia di Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2016 alle 12:02 sul giornale del 12 luglio 2016 - 1058 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd, giovani democratici, gd, gd ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ay5C


Marco Lavoro

11 luglio, 18:50
Questi gruppi di "giovani democratici" ragionano da soli, oppure a comando??
No perchè ne conosco molti che parlano in base a cosa ordine la casa base...Spero che un giorno il PD dicano "Buttiamoci tutti dentro ad un pozzo"....Sono sicuro che loro saranno d'accordo.

Marco Serrani

11 luglio, 20:07
I giovani democratici dovrebbero leggersi meglio le modifiche alla costituzione e analizzare meglio le sue conseguenze. Con le modifiche proposte e la legge elettorale attuale mi spieghino dove sta la democrazia. La democrazia è scegliere il premier con elezioni truccate o votare il partito?

luigi alberto weiss

12 luglio, 08:13
Non avevo dubbi. Ormai l'indottrinamento di questi "giovani" ha raggiunto livelli tali che la vecchia scuola delle Frattocchie è semplicemente una struttura di dilettanti. Dicono sì, ma si comprende benissimo che il testo della riforma non l'hanno nemmeno letto e di conseguenza capito. A proposito: alla serata della Festa dell'Unità il confronto sarà con la senatrice Amati (PD) che anni fa con i Comitati Dossetti difendeva la Costituzione dall'attacco proditorio di Berlusconi, intenzionato a farsi una costituzione tutta sua quasi fose il Milan?

La riforma costituzionale prevede, sostanzialmente, che la fiducia al governo ed il potere legislativo vadano ad una sola Camera. Questa camera sarà eletta dagli italiani in maniera chiara ed avrà una maggioranza sicura, proprio come accade ora per i consigli comunali.
Questa è democrazia.

Avere un'accozzaglia di partiti, anche con meno del 2-3% che possono decidere in ogni momento di mandare a casa il governo o condizionarne l'azione non è democrazia.

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.

dragodargento sponsor nr. 1 di Renzie. Secondo me non hai letto neppure una riga, ti fidi troppo dei burattinai, io non mi fido più neppure di me stesso per cui se mi dicono di buttarmi nel pozzo mi scosto e dico: andate prima voi che io non vengo. Forse mi sbaglierò ma almeno è una mia scelta.
At salut dragodargento, vai avanti tu.

befanibus lo so che argomentare è difficile, ma se proprio non ti riesce, perché non ti astieni dal commentare?
Lanciare giudizi così, senza costrutto, sulle persone è inutile e a volte offensivo.




logoEV