Amianto anche in una ex chiesa a Cesanella, l’ALA scrive alla Diocesi ed al Vescovo Francesco Manenti

10/07/2016 - Problema amianto e segnalazioni anche per luoghi religiosi della città.

Dietro suggerimento del sig. Marcello Liverani, nella giornata di sabato 9 luglio, mi sono recato presso l’ex chiesetta di Cesanella di Senigallia, sconsacrata ed abbandonata. A prima vista presenta un tetto in lastre in cemento amianto, vetuste ed in cattivo stato.

Dalle foto, in allegato, si notano chiaramente le lastre ed il pericolo in questa ex chiesetta ubicata in una stradina cieca. Tra l’altro, guardandomi attorno, ho notato dei grossi capannoni in disuso coperti con lastre in cemento amianto che, anche in questo caso, sono da togliere, data la vetustà.

Mi trovo insomma a far partire l’ennesima richiesta di intervento, indirizzata al direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica ZT4, Giovanni Fiorenzuolo, e per conoscenza al sindaco ed all’assessore competente del Comune di Senigallia. In questa circostanza, mi sembra opportuno inviare la missiva anche alla diocesi di Senigallia, all’attenzione del Vescovo Francesco Manenti.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2016 alle 20:49 sul giornale del 11 luglio 2016 - 652 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cesanella, amianto, a.l.a.

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ay4I