Cinquemila presenze per la mostra “Pablito Great Italian Emotions”, Rossi: “Ora so che a Senigallia ho qualche amico in più”

05/07/2016 - Che la mostra “Pablito Great Italian Emotions sarebbe stata un successo si era capito già in occasione dell’inaugurazione, quando in tantissimi erano accorsi alla Rotonda a mare per salutare e rendere omaggio al grande Paolo Rossi.

Ora, a metterlo nero su bianco arrivano anche i numeri. Ben cinquemila sono stati i visitatori che dal 21 al 29 giugno hanno voluto incontrare Pablito per rivivere le emozioni del mundial spagnolo che vide l’Italia calcistica salire sulla vetta del mondo, e non perdere l’occasione di sfilare tra i cimeli della sua straordinaria carriera come la maglia originale della finale Italia-Germania, il Pallone d’oro e la Scarpa d’oro del 1982.

Tanti, poi, anche coloro che alla sera si sono voluti godere, tra un ricordo e l’altro, la splendida atmosfera sulla terrazza della Rotonda, gustando gli assaggi proposti dagli chef stellati Moreno Cedroni, Mauro Uliassi ed Errico Recanati, abbinati alle degustazioni di vini delle sedici denominazioni IMT, suggeriti da produttori e sommelier.

In visita anche tante personalità della politica e dello sport: dal ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, dalla campionessa di scherma Elisa Di Francisca a Giuseppe Ottaviani, recordman plurimedegliato in varie categorie dell’atletica leggera Master 95.

Un connubio perfetto, dunque, quello tra la mostra e la promozione dei prodotti enogastronomici locali, che non ha certo lasciato indifferente lo stesso Rossi, il quale proprio ieri ha fatto pervenire all’Amministrazione comunale e a tutta la città di Senigallia un videomessaggio con i suoi ringraziamenti.

“Sento l’obbligo di ringraziare coloro che hanno reso possibile questo evento – afferma Pablito – a partire dal sindaco Maurizio Mangialardi, dal direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela dei Vini, Alberto Mazzoni, e dal responsabile delle Relazioni esterne della nostra Fondazione, Luca Pelizzon. Un evento che mi ha regalato tante soddisfazioni e che mi ha fatto sentire l’affetto delle persone nei miei confronti. Affetto che naturalmente ricambio. Soprattutto, ora so che a Senigallia ho qualche amico in più”.

“Le parole di stima e amicizia di Paolo Rossi – sottolinea il sindaco Mangialardi – ci riempiono d’orgoglio, ma siamo noi che lo ringraziamo per ciò che ha fatto in passato come calciatore e per ciò che continua a fare oggi con la sua Fondazione per promuovere l’immagine dell’Italia e le sue eccellenze. È stato davvero un grande onore ospitare a Senigallia questo evento di portata internazionale, il cui calendario vede già fissate le prossime tappe a Sirmione, Bruxelles, Monaco di Baviera, New York, Montecarlo e la Cina nel 2017. E siamo molto anche soddisfatti della bella risposta che Senigallia e le Marche hanno voluto dare con una grande partecipazione a questo evento. Un sentito ringraziamento, infine, ad Alberto Mazzoni e all’Istituto Marchigiano di Tutela dei Vini che, con una proposta accattivante capace di coniugare due passioni come quella per il calcio e l’enogastronomia, ha contribuito alla piena riuscita dell’evento”.

Il videomessaggio completo di Paolo Rossi è visibile sulla pagina facebook “Comune di Senigallia”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2016 alle 15:34 sul giornale del 06 luglio 2016 - 886 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, paolo rossi, Pablito Great Italian Emotions

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayRB





logoEV