Addio a “Minghino”: una vita dedicata allo sport e alla Vigor Senigallia

05/07/2016 - E' morto lunedì a 85 anni Elio Gambioli, soprannominato Minghino, un punto di riferimento per lo sport cittadino per più di 50 anni.

Oltre che magazziniere, massaggiatore e memoria storica della Vigor Senigallia, Minghino è stato premiato alla carriera nell'edizione 2015 dello “Sportivo dell'anno” e inserito nell'antologia “Sport e sportivi nella Senigallia del 900” di Pizzi e Millozzi.

E' stato persino presidente (anche se per un giorno) della Vigor, tempo breve ma a lui sufficiente per salvare la società quando, dopo il fallimento, accompagnò la squadra in albergo e cercò i giocatori Orciari e Bianchelli, senza perdersi d'animo.

Tutte le domeniche era sempre presente a Senigallia con la sua tuta rossoblù in panchina o a bordo campo, poi raggiungeva il suo posto di lavoro a porto Corsini di Ravenna prendendo il treno e la corriera: se la perdeva si faceva dodici chilometri a piedi.

Ha speso una vita intera per la squadra di Senigallia, la stessa città che oggi lo ricorda e lo piange. I funerali si terranno mercoledi 6 luglio alle ore 15,30 alla Chiesa della Pace.


di Gloria Bassotti
redazione@viveresenigallia.it




Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2016 alle 11:13 sul giornale del 06 luglio 2016 - 2451 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, calcio, vigor senigallia, articolo, Gloria Bassotti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayQy





logoEV