Trecastelli: 22enne arrestato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio

02/07/2016 - I Carabinieri della stazione di Trecastelli, agli ordini del luogotenente Giampiero Lattanzi, hanno arrestato un 22enne del posto per i reati di coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L'indagine, avviata ai primi di giugno quando nel corso dei servizi di pattugliamento delle zone agricole i carabinieri di Trecastelli avevano notato, ai margini di una boscaglia, un’area recintata al cui interno erano presenti alcune piantine di cannabis sativa e terminata con un lungo appostamento, ha permesso ai militari di bloccare il giovane all’interno della piantagione in un terreno agricolo di via Martuccia a Castel Colonna, di proprietà di un'altra persona.

Il 22enne, come appurato dai carabinieri nel corso delle indagini, quasi ogni giorni si è recato nel campo per innaffiare e concimare le piante. Anche venerdì, quando è stato bloccato dai militari, in tenuta mimetica, che per non rischiare di vanificare l’operazione avevano precedentemente nascosto una telecamera tra la vegetazione in modo da osservare a distanza i movimenti senza il rischio di essere visti, il giovane si era recato all'interno della piantagione per le operazioni di irrigazione.

Pertanto il 22enne, che nella propria abitazione di Castel Colonna aveva ulteriori 60 grammi di marijuana già pronta per essere venduta, l’attrezzatura per la triturazione del prodotto essiccato e un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi, oltre vari contenitori di diversi tipi di fertilizzante, è stato dichiarato in stato di arresto e riaccompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Le piante, la droga e il materiale rinvenuto in casa è stato sottoposto a sequestro così come 4 piante alte circa un metro e mezzo per un peso oscillante tra 1,5 e 2 kg, già mature e pronte per l’essicazione e triturazione, che sono state estirpate nel campo. Il resto è stato distrutto sul posto.

Grazie alla telecamera i militari hanno anche documentato che altre quattro piante delle medesime dimensioni erano state raccolte dal giovane qualche giorno prima.

I proprietari del fondo agricolo si sono riservati nei prossimi giorni di proporre querela per invasioni di terreni.







Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2016 alle 12:06 sul giornale del 04 luglio 2016 - 6079 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Sudani Alice Scarpini, spaccio di sostanza stupefacente, trecastelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayLG